Che sarebbe stato un altro weekend difficile per Ducati lo si poteva supporre, ma come si dice al peggio non c’è mai fine. I due portacolori del team ufficiale infatti sono stati ben lontani dalle posizioni che contano sin dal mattino, raccogliendo in Q1 soltanto una 17^ (Dovizioso) ed una 19^ posizione (Petrucci), che nel caso del forlivese complica ancora di più la rincorsa mondiale.

Poco meglio è andata a Jack Miller, futuro pupillo di Borgo Panigale, che domani sarà costretto a scattare dalla 14^ casella della griglia.

Miller: "Ero in difficoltà con la gomma posteriore"


Per il secondo weekend di fila, volano guanti in Casa Ducati, questa per opera di Jack Miller, visibilmente deluso per il brutto risultato. "Stavo andando forte e mi sentivo molto bene, ma la gomma che abbiamo montato nel secondo run in Q1 non ha funzionato come speravamo", spiega l'australiano a fine qualifica.

"A parte questo tutto stava andando nel verso giusto. Sono stato in grado di fare dei bei giri, il passo era buono ma ero troppo in difficoltà con la gomma posteriore. Sono un po’ triste ma come sempre domani farò del mio meglio e vedremo".

GP Teruel, Dovizioso: “Mi girano i cogl… per non potermi giocare il campionato”

Bagnaia: "Mi aspettavo di più"


Al fianco di Andrea Dovizioso scatterà il suo connazionale Pecco Bagnaia, anch’egli alle prese con un weekend tutt’altro che felice. “Oggi mi aspettavo di più sinceramente - racconta Pecco - dato che la modifica fatta ieri mi era piaciuta, e pensavo che con le gomme nuove sarei riuscito a sfruttare il potenziale della moto. L’unico passo avanti è stato di quattro decimi sul passo, ma non è abbastanza, specie sul singolo giro. In alcune piste tutte le Ducati soffrono: domani cercherò di fare del mio meglio”.

GP Teruel, Puig: “Marc vuole tornare quest'anno, ma il recupero è lento”