Morbidelli voto 10 e lode: Fantastico

La sua moto è quasi sempre la più lenta delle Yamaha ma il pacchetto si vede che funziona. Assomiglia sempre di più a Max Biaggi ed a Jorge Lorenzo, quando parte alla grande e prende un vantaggio non lo prendi quasi mai e questa è la lode. Il mondiale è ancora aperto.

Rins voto 9,5: Credente

Senza le due “ asinate” compiute in Austria e in Francia le due Suzuki sarebbero in testa al mondiale e lo meriterebbero ampiamente. C’è normale rivalità fra i due piloti ma l’ambiente creato da Davide Brivio stempera tutto quanto.

MotoGP Teruel, Rins: “Il titolo? Non facile, ma ho fiducia nei miei mezzi”

Mir voto 9: Riflessivo

Da l’impressione di gestire il campionato del mondo con molta intelligenza. Va fortissimo ma si sta rendendo conto che il titolo si vince con i podi anche quelli con il gradino più basso. Comunque un signor pilota.

P. Esparago voto 8: Corsaro

E’ ormai un dato di fatto che la sua KTM ha bisogno di provare sullo stesso circuito almeno due volte per esprimere il suo potenziale . Vuole dimostrare che la Honda non ha fatto un azzardo nel metterlo nella squadra ufficiale del prossimo anno.

Zarco voto 7,5: Sorridente

Nelle piste con tanto grip come Brno ed Aragon il suo stile di guida si adatta molto alla Ducati specialmente nel centro curva. Oggi è stato l’unico della casa di Borgo Panigale a tenere alta la bandiera, Comunque non basta.

Oliveira voto 7,5: Arrembante

Continua la sua personale battaglia con Pol Espargaro per la leadership in casa della moto austriaca Sta dimostrando ampiamente di meritare la fiducia che gli è stata concessa, è un pilota di peso.

Vinales voto 6,5: Enigmatico

Punti buoni per il mondiale piloti mettiamola così. Ha preso una bella paga da Franco Mornidelli arrivando a quindici secondi. E’ dall’inizio del campionato che illude durante le prove e poi non cava quasi mai un ragno dal buco.

Quartararo voto 6,5: Impalpabile

Anche per lui punti buoni per il motomondiale ma il francese ha perso lo smalto iniziale. Sarà colpa della pressione subita, sarà la sua Yamaha con tanti problemi, saranno gli pneumatici ma incomincia a diventare un groviglio difficile da mettere a posto.

Lecuona voto 6: Un raggio di sole

Questa volta il pilota della KTM merita la sufficienza. Finalmente ha lottato con voglia e anche con qualità ma continuo a sostenere che un anno in più in moto2 gli avrebbe fatto più che bene per la sua carriera.

Petrucci voto 6: Sfiduciato

In fondo Danilo non ha fatto una pessima gara, partito dal fondo dello schieramento è riuscito a finire nei top ten mettendo dietro il suo compagno di squadra. Un brodino insipido per un campionato dove poteva dire la sua.

Crutchlow voto 5: Isolato

Con Honda sta vivendo da separato in casa e si vedono i risultati. Onestamente sta facendo un campionato non alla sua altezza e sembra proprio che non abbia voglia di portarlo a termine decentemente. Prega per l’Aprilia il prossimo anno.

MotoGP Teruel, Crutchlow: “Ho sentito uno 'schiocco' nella spalla destra”

Bradl voto 5: Piccolo risveglio

La sua più grande soddisfazione è quella di aver messo dietro di lui una Ducati ufficiale importante. In ogni caso si è preso venti secondi di distacco che con la Honda di oggi non ci stanno proprio. Saranno mica le voci dell’arrivo del Dovi a disturbarlo così?

Dovizioso voto 4,5: Sfinito

Problema di grip con le gomme, problemi tecnici e qui alla fine problemi all’avambraccio nel finale. Mai e poi mai si sarebbe immaginato una stagione di questo genere. In ogni caso non è il Dovi che conosciamo. Addio sogni di gloria.

MotoGP, Ducati: anche quest'anno, si vince (forse) l'anno prossimo

Rabat voto 4,5:  Avvinto come l’edera

Ha preso due punti in classifica ma è arrivato a più di venticinque secondi dal vincitore. E’ in bilico per la prossima stagione ma l’arrivo di Luca Marini al suo posto sembra scontato.

Miller non giudicabile

Si è trovato tamponato da un Binder in piena crisi mistica. L’australiano non ne può nulla anche se il suo Gran Premio non sarebbe stato dei migliori.

MotoGP, GP Teruel: profondo rosso Ducati, capitolo due

Smith voto 4: Metodico

Sempre nelle ultime posizioni a giocarsi la maglia nera. Continuo a chiedermi cosa abbia visto in lui una casa gloriosa come l’Aprilia. Risorse spese male.

A. Espargaro voto 6,5: Sfortunato

Questa volta lo spagnolo si era svegliato bene ed avrebbe meritato un piazzamento nei primi dieci. Il circuito gli piace particolarmente me la sua Aprilia lo ha tradito sul più bello quando il gran premio si stava facendo interessante. Peccato per lui.

A. Marquez voto 5: Erroraccio

Stava rimontando alla grande e probabilmente sarebbe arrivato vicino al podio. Nella crescita di un pilota ci stanno le cadute di questo genere. Nessuna croce addosso, ha fatto bene a provarci e gli servirà per il prossimo futuro

Bagnaia voto 5: Evaporato

Sicuramente la sua Ducati lo ha subito lasciato a piedi per un problema tecnico ma non merita la sufficienza perché le prove del fine settimana sono state sciagurate. Dove è finito il Pecco che comandava la sua motocicletta?

Nakagami voto 4: Sciagurato

Ha rovinato un weekend fantastico con una pole position da recordman. E’ partito come un razzo trasformandosi in un samurai impazzito. Ha buttato via un possibile podio e si è giocato la possibilità di rimanere in lizza per il titolo.

Binder voto 3: Impazzito

Ma come si fa a tamponare un pilota in quella maniera, stiamo partecipando al campionato del mondo non ad una gara amatoriale Non è ammissibile.

MotoGP GP Teruel, Binder: “È stato un mio errore, mi dispiace per Jack”