GP Valencia, Michelin: slick asimmetriche per la prima volta in stagione

GP Valencia, Michelin: slick asimmetriche per la prima volta in stagione

La pista spagnola ha caratteristiche molto particolari e i piloti hanno bisogno di avere gomme che li accontentino sia sull'asciutto, sia sul bagnato. Ecco tra quali opzioni sceglieranno

3 novembre 2020

Il tracciato intitolato a Ricardo Tormo, a Valencia, ospiterà le due prossime gare della MotoGP (qui tutti gli orari del GP d'Europa), ovvero la terz’ultima e la penultima della stagione. Il layout è piuttosto particolare, con sedici curve (nove a sinistra e cinque a destra) stretto e tortuoso, le temperature saranno fredde e per questo sarà dunque l’unico tracciato in cui Michelin porterà tutte le Power Slick asimmetriche.

Asciutto


Se i fine settimana si disputeranno su asfalto asciutto i piloti avranno a disposizione mescole morbide, medie e dure per l'anteriore e il posteriore, pensate apposta per l’occasione. Il design asimmetrico avrà la gomma più dura sul lato sinistro, per far fronte al maggior numero di curve in questa direzione, mentre il lato destro sarà caratterizzato da una mescola progettata per riscaldarsi rapidamente.

MotoGP: A Valencia attenzione ai disturbatori nella lotta al titolo

Dovesse piovere?


Nel 2018 il Gran Premio fu caratterizzato da una pioggia torrenziale e se anche quest’anno i piloti dovranno fare i conti con l’asfalto bagnato avranno a disposizione le MICHELIN Power Rain. Queste saranno disponibili in mescola morbida e media simmetrica per l'anteriore e al posteriore ci saranno una mescola morbida e media asimmetrica, con un bordo sinistro più duro.

Quotes


Piero Taramasso, Responsabile due ruote Michelin Motorsport, ha dichiarato: “Questa è stata una stagione insolita e complicata dal clima molto strano. A Valencia ci aspettiamo mattine molto fredde e il layout della pista con le sue curve strette e i brevi rettilinei, fa sì che sia una delle poche piste che necessiti di una gamma completa di slick asimmetriche per l'anteriore e il posteriore".

"È l'unica in questa stagione dal momento che non ci sono gli appuntamenti di Sachsenring e Phillip Island. La gomma passa molto tempo a sinistra, quindi non si raffredda mai veramente, ma viceversa la destra non si usa molto e ha bisogno di riscaldarsi velocemente quando serve. Saranno due weekend molto impegnativi, ma con l'esperienza passata sappiamo cosa aspettarci, con la pioggia, il sole o il freddo".

Rossi, Stoner, Poggiali e quel magico incrocio targato Valencia

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi