GP Europa, Quartararo: “In MotoGP ho sempre avuto un buon feeling a Valencia”

GP Europa, Quartararo: “In MotoGP ho sempre avuto un buon feeling a Valencia”

Il francese sorride in vista del prossimo appuntamento stagionale, grazie ai buoni ricordi dello scorso anno ed è fiducioso in vista dell’ultimo trittico

4 novembre 2020

Il primo inseguitore di Joan Mir è Fabio Quartararo, che si presenta alla prima gara di Valencia (guardate gli orari del GP d'Europa) con 14 punti di ritardo e il maiorchino è nel suo mirino. Il 21enne arriva da una doppietta ad Aragon in cui ha faticato parecchio, tanto da non esser andato a punti nella prima e aver conquistato solo otto punti nella seconada gara, ed è pronto al riscatto.

Nel 2019 è stato competitivo


Anche se abbiamo avuto due gare difficili ad Aragón”, ha dichiarato il francese, “nelle prossime due gare voglio sfruttare il buon feeling che ho sempre avuto su una MotoGP a Valencia. È una pista piccola, ma è questo che mi piace”. Proprio lo scorso anno è stato autore di una gara positiva: “Avevo avuto una bella sensazione e avevo conquistato il secondo gradino del podio e la pole position. E anche nei test pre-stagionali 2020 mi ero sentito bene. Spero di potermi ripetere questo fine settimana”.

MotoGP, Valencia: da 329 a 129 km/h in 4" in fondo al rettilineo

Meno tre


Con questo Gran Premio d’Europa si inizia l’ultimo trittico della stagione e Quartararo è convinto di poter portare a casa il risultato tanto desiderato: “Mancano tre gare, sappiamo quanto possiamo essere veloci. Penso che abbiamo delle buone opportunità per queste gare a Valencia e Portimão, e non vedo l'ora che arrivi il primo dei fine settimana”. Ormai siamo alla vigilia, tra poco si inizierà a fare sul serio.

MotoGP, cosa farà Jorge Lorenzo nel 2021? VOTA IL SONDAGGIO

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi