MotoGP, Rossi. “Sono ancora positivo, ma ho altre due possibilità…”

MotoGP, Rossi. “Sono ancora positivo, ma ho altre due possibilità…”

“Sono molto triste perché mi sento bene e non vedo l'ora di tornare in sella alla mia M1 e ritrovare la mia squadra”, annuncia Rossi, che dopo il COVID fisicamente è “completamente in forma”

 

4 novembre 2020

Come vi abbiamo annunciato nella mattinata, la presenza di Valentino Rossi al GP di Valencia non è ancora sicura e Yamaha pensa già ad un suo sostituto, che ha individuato nel pilota del mondiale Superbike Garrett Gerloff.

Pochi minuti fa lo stesso Rossi ha sciolto ogni dubbio, con una dichiarazione ufficiale, nella quale conferma di essere ancora positivo al COVID.

"Un virus complicato"


“Questo virus è molto complicato e serio. Sono stato male per due giorni, poi in pochi giorni sono tornato a essere completamente in forma, al 100%”, annuncia il pesarese.

“Sono rimasto sempre isolato, da solo a casa, e ho seguito alla lettera i consigli medici. È una situazione molto triste e difficile, ma è così. Purtroppo ieri - martedì 3 novembre -  ho fatto un altro test ed è risultato positivo, come tutti i precedenti”, aggiunge Rossi.

"Ho ancora due possibilità..."


Il nove volte campione del mondo, però, non si dà per vinto, perché c’è ancora qualche chance di vederlo in pista a Valencia.

“Per fortuna ho ancora altre due possibilità di tornare in pista venerdì o sabato”, spiega Rossi. “Sono molto triste perché mi sento bene e non vedo l'ora di tornare in sella mia M1 e ritrovare alla mia squadra. Spero davvero che il risultato del prossimo tampone sia negativo, perché mancare in due gare è stato già troppo”.

Che Valentino Rossi stesse già fisicamente bene lo aveva confermato anche il team manager del VR46 SKY Racing Team.

Meregalli: "Non è mai facile sostituire Vale"


Adesso, però, occorre attendere che il tampone sia negativo. Una situazione non facile anche per il team Yamaha.

“Sono circostanze davvero strane”, osserva Massimo Meregalli, team director di Yamaha.Non sappiamo per certo chi correrà questo weekend, a parte Maverick. Ma questa è una situazione oltre il nostro controllo, quindi tutto quello che possiamo fare è prepararci ad ogni eventualità. In ogni caso siamo grati a Gerloff, che è pronto ad accollarsi la sfida di guidare la YZR-M1.

"Non è mai facile sostituire Vale, specialmente per Gerloff, che non ha esperienza in MotoGP, ma cercheremo di rendergli l’esperienza  migliore possibile. Naturalmente tutti speriamo che Valentino possa correre e concludere la sua ultima stagione con la Yamaha ufficiale nel migliore modo possibile”, ha aggiunto Meregalli.  

Morbidelli: “Valencia circuito che amo, in pista sarò aggressivo”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi