Come da previsioni, il weekend di Valencia si è aperto nel segno di pioggia e asfalto bagnato. I piloti della classe regina sono scesi in pista per le prime prove libere del weekend con cautela ma pur sempre testando i propri prototipi in quanto il maltempo sembra che li accompagnerà anche domani.

Il più veloce è stato Jack Miller che con un tempo di 1:42.063 conferma il suo ottimo feeling con l'asfalto bagnato che da sempre lo contraddistingue.

Giornata partita in affanno, invece, per il leader del mondiale Joan Mir, così come per il secondo nella classifica generale Fabio Quartararo, teso e nervoso sia al box che in pista.

Ducati che ritornano in top 10


Quando la pioggia arriva in circuito, gli specialisti del bagnato spuntano fuori, un po' come le lumache. Ecco quindi che la top ten delle FP1 del venerdì è stata ricca di piloti che avevamo perso di vista nelle ultime gare: un esempio è il pilota Ducati Pramac Jack Miller che, dopo domeniche “buie” ha ritrovato il feeling con la sua Desmosedici.

L'asfalto bagnato senza dubbio lo ha facilitato, ma chissà che l'australiano possa trovarsi a suo agio anche in condizioni miste. Insieme a lui, anche Johann Zarco, quarto a +0,576, Danilo Petrucci sesto a +0,637 e Andrea Dovizioso nono a +0,896 hanno dimostrato di avere un buon feeling sul bagnato. La speranza per le Ducati potrebbe essere quindi quella di avere una gara bagnata domenica pomeriggio.

L'unico a trovarsi più in difficoltà è stato Francesco Bagnaia che ha chiuso 14esimo, complice però anche una caduta alla curva 2 senza conseguenze.

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3

Morbidelli tiene botta


E in Casa Yamaha? Franco Morbidelli, pioggia o non pioggia continua ad essere il pilota più in forma chiudendo con il secondo miglior tempo a +0,467 le sue FP1. Il secondo miglior pilota Yamaha è stato Maverick Vinales che ha chiuso la top ten con un distacco da Miller di quasi un secondo.

E Quartararo? Il francese, come accaduto anche a Le Mans, sembra che sul bagnato non riesca proprio ad avere feeling con l'M1. Al box è apparso molto sconsolato e in pista molto nervoso: per lui è arrivato il 21esimo tempo a quasi tre secondi dal primo in classifica.

Sul tracciato di Valencia ha fatto il suo debutto anche Garrett Gerloff che, in attesa di sapere l'esito del tampone di Valentino Rossi, lo sostituirà in questa prima giornata di prove libere. Gerloff ha chiuso con il 16esimo miglior tempo dietro a Brad Binder e davanti al leader del mondiale Joan Mir, evidentemente ancora non proprio a suo agio con asfalto bagnato.

MotoGP, inchiesta motori: Yamaha sanzionata per aver violato il protocollo

Honda e KTM le rivali


La top ten ha visto anche i piloti Honda tra i suoi protagonisti con il collaudatore Stefan Bradl terzo a +0,503 e Alex Marquez quinto e fautore di una caduta a +0,591.

Oltre alle due Honda, hanno chiuso con il settimo e l'ottavo tempo Pol Espargarò (+0,778) e Miguel Oliveria (+0,814).

La classifica


Moto3 GP Europa, FP1: Masia leader, Arbolino quinto