Dopo aver appeso definitivamente il casco al chiodo, Marco Melandri si dedica totalmente al suo ruolo di telecronista della MotoGP su Dazn ed è pronto a commentare il Gran Premio d’Europa, il primo dei due appuntamenti che si terranno a Valencia.

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP, Moto2 e Moto3

La pista è particolare


“Domenica a Valencia sarà una gara molto interessante perché è una pista molto diversa da quella di Aragon” ha raccontato il ravennate che conosce molto bene il tracciato. Le caratteristiche della pista sono decisamente uniche e ha spiegato: “C'è un rettilineo abbastanza lungo, ma è molto tortuosa e molto lenta. Non ha grandi frenate, tutte curve da prima e seconda marcia, quindi serve una moto molto agile”.

MotoGP, inchiesta motori: Yamaha sanzionata per aver violato il protocollo

Pronostico


Chi potrebbe vincere domenica? Difficile fare pronostici quest’anno, ma Melandri dice: “Credo che la Suzuki possa fare molto bene e sarà una bella prova del nove per la Honda per capire se hanno fatto realmente un passo in avanti tecnico nel weekend di Aragon”. Parole diverse invece le spende sulla casa di Borgo Panigale:Mi aspetto una pista difficile per Ducati, che storicamente non è mai avuto grandi risultati a Valencia”.

In generale non sarà una prova facile per i piloti della top class: “Sarà una gara complessa per tutti: i primi giri saranno con il freddo, specialmente la curva 4 e la curva 10 (a destra) sono sempre molto critiche. Sarà quindi importante trovare una buona confidenza subito. Fondamentale sarà la qualifica perché su quella pista è veramente difficile superare!"

MotoGP, Rainey: "Punto su Mir per il Mondiale"