Primo al mattino, primo nel pomeriggio. Non poteva iniziare meglio il primo settimana di Valencia per Jack Miller, che sia sul bagnato che sul circa asciutto non ha avuto rivali. L’australiano è alle sue ultime gare con il team Pramac, e pare avere le carte in regola per regalare al team satellite azzurro le ultime soddisfazioni.

“Le prime sensazioni in sella sono state buone, del resto Valencia è un circuito che mi è sempre piaciuto, e quando la moto si comporta come oggi tutto è più facile. In mattinata ho subito trovato un buon feeling sul bagnato, il che mi ha permesso di lavorare sin da subito sull’assetto, e lo stesso nel pomeriggio con l’asciutto. Siamo sulla strada giusta, e spero che queste buone vibrazioni continuino anche domani”.

"Vorrei una gara asciutta, rivedere Phillip Island in calendario mi fa sorridere"


Nonostante le ottime cose mostrate sul bagnato Miller si augura una gara asciutta, dove poter dimostrare tutto il suo talento. “Spero che la gara si svolga su pista asciutta, in modo da potermela godere fino in fondo, ma occorrerà aspettare domenica per sapere quali saranno le condizioni”.

In ultima istanza il numero 43 commenta il nuovo calendario provvisorio, dove spicca il ritorno di Phillip Island, la gara di casa di Miller. “Il nuovo calendario mi piace, il solo fatto di rivedere Phillip Island mi fa sorridere. Ora non resta che tenere le dita incrociate, nella speranza che le cose migliorino giorno dopo giorno”.

MotoGP, stagione finita per Marc Marquez: carriera a rischio?