“E' stato il giorno più difficile della mia carriera fino ad oggi”. Con queste parole, scritte in un post pubblicato sui social, Fabio Quartararo ha riassunto la sua gara dei domenica a Valencia.

La scivolata poco dopo lo spegnimento del semaforo verde e una corsa verso la rimonta fino al traguardo tagliato in 14esima posizione, complici anche le sette cadute di altri piloti. Ma cosa è andato storto dopo Jerez per “El Diablo”?

VOTA IL SONDAGGIO: MotoGP, cosa è andato storto per Quartararo e Yamaha?

Aspettative troppo alte?


La passata stagione lo aveva incoronato miglior rookie, in lotta in più occasioni per una vittoria che sembrava non volesse mai arrivare. Qualcuno lo aveva già “ribattezzato” come l'antagonista di Marc Marquez.

E poi le due gare a Jerez del 2020 nelle quali aveva stampato una bella doppietta:Attenti ragazzi, in questa stagione farò vedere chi sono” - sembrava volesse dire con quel sorrisetto da ragazzino scafato e sicuro di sé.

E invece, nonostante le tante vittorie di tanti piloti diversi che gli hanno assicurato la leadership del Mondiale per gran parte della stagione, Quartararo si è spento, consumato forse dalla troppa ansia e bramosia.

In Repubblica Ceca è arrivato settimo, prima ottavo e poi 13esimo nei due Granpremi austriaci e ancora uno zero e un quarto posto nei Granpremi di San Marino.

MotoGP, ondata Suzuki nel GP Europa: Mir si sblocca e allunga su Quartararo

Quanto è colpa di Yamaha e quanto di Quartararo?


Tanti, troppi i problemi di Yamaha che hanno portato non soltanto lui ma anche Franco Morbidelli così come Maverick Vinales e Valentino Rossi a vivere una stagione all'insegna delle montagne russe, fino al “caso motori” che ha spiazzato tutto il paddock durante l'ultima gara di Valencia.

Se nel Gp di Catalogna “El Diablo” era riuscito a rivedere la luce tornando alla vittoria, le gare successive lo hanno fatto ripiombare in un vortice dal quale non è più riuscito a risollevarsi.

Ma quanto, di questa stagione altalenante è colpa della moto e quanto del pilota? Se non fosse per quanto accaduto anche agli altri riders Yamaha, avremmo potuto dire che Fabio aveva il 100% delle colpe, ma per almeno metà della percentuale può essere “scagionato”.

Certo è che il suo carattere, al momento, non è quello di un vero leader: nervoso al box, irritato alla guida se qualcosa non va come vorrebbe, ma soprattutto in difficoltà nel gestire la pressione. Insomma, quel binomio Yamaha-Quartararo che sembrava indissolubile, sembra già aver preso il viale del tramonto.

MotoGP 2020, l'annus horribilis di Valentino Rossi

Il post social


E l'ultima batosta è arrivata proprio domenica con Mir che grazie alla vittoria è andato a prendere punti importanti per il campionato e con Alex Rins che adesso si trova a pari punti con il francese: “Il giorno più difficile della mia carriera finora. – ha scritto Fabio in un post - Un pilota è caduto proprio di fronte a me e purtroppo ho frenato bruscamente commettendo un errore. Non possiamo rifare la gara ma non ho voluto rinunciare a finire i 27 giri con qualche problema alla moto. Combatterò fino alla fine di questo campionato e mi godrò le ultime 2 gare. Grazie per il supporto, i messaggi”.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

La journée la plus difficile de ma carrière... une chute en début de course quand un pilote est tombé juste devant nous et ma surpris. Malheureusement on peut pas refaire la course mais je n’ai pas baissé les bras, après l’incident j’ai continué 27 tours pour préparer la course de la semaine prochaine. Je vais me battre jusqu’à la dernière seconde de ce championnat mais surtout m’amuser après autant de courses sans plaisir. Merci pour votre soutien, vos messages et surtout ma famille ?? / The toughest day of my career so far... A rider crash just in front of us yesterday and unfortunately I tuch a little bit the brake and make a mistake. We can’t make the race back but I don’t give up finish the 27 laps with some issues on the bike to prepare well the race of Sunday. I will fight until the end of this championship and enjoy the last 2 races. Thanks for your support, your messages and my family ??

Un post condiviso da Fabio Quartararo (@fabioquartararo20) in data:

MotoGP, GP Valencia: gli orari TV di Sky, DAZN e TV8