MotoGP, Iannone dopo la sentenza: “Mi hanno strappato il cuore, ma non mi arrendo”

MotoGP, Iannone dopo la sentenza: “Mi hanno strappato il cuore, ma non mi arrendo”

Il pilota Aprilia ha espresso il suo dolore attraverso i social, dopo la sentenza che lo vedrà lontano dai circuiti per 4 anni

10 novembre 2020

Il giorno della sentenza per Andrea Iannone è arrivato. Un giorno tanto atteso che ha riservato al pilota Aprilia una decisione durissima: ovvero la sospensione per 4 anni. Una decisione che potrebbe mettere fine alla carriera di Andrea ma che, attraverso un post pubblicato sui social si dice convinto a non mollare.

“Ho subito una grande ingiustizia”


<

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi