MotoGP, Dovizioso chiarisce: “Ecco cosa farò nel 2021”

MotoGP, Dovizioso chiarisce: “Ecco cosa farò nel 2021”

“Ho un’immensa passione per le gare e ho ancora l’ambizione di voler correre e lottare per la vittoria. Tornerò quindi in MotoGP se e quando troverò un progetto guidato da altrettanta passione”, annuncia il forlivese

Presente in

10 novembre 2020

Andrea Dovizioso aveva promesso che avrebbe fatto sapere a breve le decisioni per il suo futuro. Ed è stato puntuale. Pochi minuti fa, con un post sul suo profilo social, ha annunciato quello che in sostanza vi avevamo anticipato ieri: ovvero, che non è disposto ad accettare un ruolo da collaudatore.  

“Ecco cosa farò nel 2021”, dichiara Dovizioso. “Nel corso degli ultimi mesi ho ricevuto le proposte di alcune Case per partecipare nel 2021 come test rider al lavoro di sviluppo dei loro progetti in MotoGP".

“La cosa mi ha fatto molto piacere e sono grato per la considerazione ricevuta. Nonostante queste opportunità ho deciso di non prendere nessun impegno e di rimanere libero per ora da accordi formali”, aggiunge Andrea.

MotoGP, Lorenzo a ruota libera non risparmia una frecciata a Dovizioso

"Ho ancora l'ambizione di vincere"


Poi, il forlivese non manca di rimarcare quanto è importante per lui continuare con le competizioni ai massimi livelli.
Ho un’immensa passione per le gare e ho ancora l’ambizione di voler correre e lottare per la vittoria”, scrive il ‘Dovi’.

“Tornerò quindi in MotoGP se e quando troverò un progetto guidato da altrettanta passione e ambizione e all’interno di un’organizzazione che condivida obiettivi, valori e metodo di lavoro.
“Ora sono focalizzato nel terminare il mondiale nel miglior modo possibile e ho già iniziato a sviluppare alcuni progetti con i miei partners per il futuro”, conclude Dovizioso.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

THIS IS WHAT I'M GOING TO DO IN 2021 Over the last few months, I have received several offers to work as a test rider in developing MotoGP projects and I am grateful for the consideration received by the manufacturers. However, I have decided not to make any commitments and to remain free from formal agreements for now. I have an immense passion for racing. I still have the ambition to compete and fight to win. I will return to MotoGP as soon as I find a project driven by the same passion and ambition that I have and within an organization that shares my same objectives, values ??and working methods. Now I am focused on finishing the World Championship in the best possible way, and I have already started developing some projects with my partners. ECCO COSA FARÓ NEL 2021 Nel corso degli ultimi mesi ho ricevuto le proposte di alcune Case per partecipare nel 2021 come test rider al lavoro di sviluppo dei loro progetti in MotoGP. La cosa mi ha fatto molto piacere e sono grato per la considerazione ricevuta. Nonostante queste opportunità ho deciso di non prendere nessun impegno e di rimanere libero per ora da accordi formali. Ho un’immensa passione per le gare e ho ancora l’ambizione di voler correre e lottare per la vittoria. Tornerò quindi in MotoGP se e quando troverò un progetto guidato da altrettanta passione e ambizione e all’interno di un’organizzazione che condivida obiettivi, valori e metodo di lavoro. Ora sono focalizzato nel terminare il mondiale nel miglior modo possibile e ho gia’ iniziato a sviluppare alcuni progetti con i miei partners per il futuro. #Dovi04 #AD04 #undaunted #ForzaDucati #MotoGP #Alpinestars #SuomyHelmets #RedBull #Biotekna #Mondottica #DucatiEyewear #lentidavistaGalileo #MucOff @calloalbanese

Un post condiviso da Andrea Dovizioso (@andreadovizioso) in data:

Pubblichiamo in apertura la foto che lo stesso Andrea ha scelto per la sua comunicazione. E dove la scelta del bianco e nero ha molti significati, a partire dal fatto che il ‘Dovi’ non accetterebbe mai una sistemazione che rappresenti una “via di mezzo”.

Chissà che ora, con la notizia della squalifica a Iannone per altri tre anni, non gli si aprano nuovi orizzonti: se Aprilia dovesse cercarlo, Dovizioso confermerebbe l’anno sabbatico? Non ci resta che attendere i futuri - e sicuramente imminenti - sviluppi.

MotoGP, Andrea Iannone sospeso per quattro anni dal TAS

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi