Dopo un Gran Premio d'Europa ben al di sotto delle aspettative, Francesco Bagnaia ha chiuso il venerdì di Valencia con ottime sensazioni sia sul giro secco, che gli ha permesso di far registrare il terzo miglior tempo della giornata, sia sul passo gara.

"Valencia è simile a Misano"


"In realtà mi aspettavo di essere così rapido anche lo scorso fine settimana - ha detto il pilota del team Pramac ai microfoni di Sky Sport - che però non è andato secondo i piani a causa delle condizioni meteo. Abbiamo girato sull'asciutto soltanto la domenica e non ho potuto dimostrare il nostro vero potenziale visto che partivo molto indietro".

"Le caratteristiche di Valencia sono simili a quelle di Misano e Jerez, dove siamo stati davvero competitivi - ha aggiunto il pilota di Chivasso - e quest'anno c'è un ottimo grip, non ottimale ma costante, che mi permette di controllare bene la Ducati. E' bello aver ritrovato le sansazioni positive che avevo perso nelle scorse gare e abbiamo un ottimo passo gara in vista di domenica. Siamo nella posizione che ci compete".

MotoGP, Rivola: “Aprilia poteva togliersi qualche soddisfazione con Dovizioso”

"E' brutto non sapere cosa aspettarsi da un weekend all'altro"


Pecco si è poi espresso sugli alti e bassi che hanno contraddistinto la stagione: "E' frustrante essere così altalenanti, perchè non sappiamo mai cosa aspettarci da un fine settimana all'altro. Ad Aragon, ad esempio, ci aspettavamo di essere altamente competitivi ed invece abbiamo faticato molto nonostante arrivassimo da gare in cui lottavamo per le posizioni di vertice. Qui invece abbiamo iniziato nel migliore dei modi, non dobbiamo fare errori".

MotoGP, ufficiale: Cal Crutchlow collaudatore Yamaha nel 2021