Jorge Lorenzo continua a essere molto attivo sui social, continuando a rispondere alle domande che gli vengono poste attraverso le Instagram stories.

I cinque migliori piloti di sempre secondo Jorge


Per iniziare, il maiorchino ha stilato la sua personale classifica dei cinque migliori piloti di sempre, che vede Valentino Rossi primo davanti a Marc Marquez, Giacomo Agostini, Mick Doohan e lo stesso Jorge Lorenzo. È il nove campione del mondo, secondo il parere del suo ex compagno di team, il miglior pilota di tutti i tempi, con 115 vittorie all'attivo e una carriera che sembra non voler ancora terminare.

GP Portogallo, Rossi: “Stanco per il Covid? No, purtroppo vado piano”

Marc Marquez il migliore degli ultimi 10 anni


La classifica di Lorenzo però cambia se si guarda all'ultimo decennio: è Marc Marquez il migliore dell'ultima decade, con il Martillo che si piazza al secondo posto davanti a Casey Stoner. Una graduatoria dettata dalla logica dei risultati, considerando che Rossi non vince un titolo mondiale dal 2009 e negli ultimi anni a dominare sono stati i piloti spagnoli.

"Crutchlow ideale per testare la resistenza della moto"


Il pentacampione conclude rispondendo alle affermazioni di Cal Crutchlow, secondo cui essere un grande campione non vuol dire necessariamente essere un ottimo collaudatore: "Dichiarare che io non sia un buon tester è come dire che la terra è quadrata", scrive il Porfuera. "Sia gli ingegneri che i piloti che hanno guidato con me in Yamaha e in Ducati conoscono la mia capacità di evolvere una moto e contribuire a renderla sempre più veloce. Se solo parliamo di numeri, è un dato di fatto che dalla mia partenza entrambe le squadre sono diminuite progressivamente nel numero di vittorie per stagione".

"Quanto a Cal, è stato uno dei piloti con il minor numero di vittorie e il maggior numero di cadute negli ultimi 10 anni. Penso che sarà un grande tester, ma per controllare la resistenza della moto", conclude sarcastico Lorenzo.

Chissà se arriverà prontamente, anche stavolta, la risposta del sempre sincero pilota inglese.

GP Portogallo, Mir: “Ho buttato la giornata per un problema elettronico”