Dopo aver regalato la vittoria sul circuito di casa alla KTM, Miguel Oliveira vuole farsi lo stesso regalo, e le premesse sono più che ottimali. Il portoghese infatti è stato finora profeta in patria, conquistando la sua prima pole in classe regina proprio nel suo Gran Premio di casa.

“Ovviamente fare la pole in Portogallo - conferma Oliveira - dove tra l’altro non si correva da qualche anno, mi regala un’emozione speciale. Mi sono goduto ogni momento in pista, fino alla conquista della mia prima pole in MotoGP”.

"Voglio completare il lavoro, sarei voluto essere più costante durante la stagione"


Come detto, Oliveira vorrebbe fare a sé stesso il medesimo dono fatto alla sua casa, e di conseguenza il suo pensiero è solo uno, finire il lavoro.

“Domani voglio fare bene per completare il lavoro, anche se gli avversari non mancano. Il mio passo sembra promettente, ma sarà importante capire il comportamento delle gomme, specie nella seconda metà di gara, che al momento resta un mistero. Al momento propendo per la dura, ma vorrei capire anche quali sono le intenzioni dei miei avversari”.

Miguel riflette anche sulla sua stagione, densa di emozioni ma anche piuttosto altalenante.

“Mi sarebbe piaciuto essere più costante nel corso di questa stagione, ma nel complesso penso sia stata un’annata  positiva. Mi sento più forte pensando all’anno prossimo: ho maturato tanta esperienza, che mi permetterà di lottare più spesso per le posizioni che contano”.  

Dovizioso: “Lorenzo? Vive male l'essere stato scaricato da Yamaha”