Non è stato un sabato semplice per Franco Morbidelli che, dopo un ottimo venerdì, ha faticato più del previsto nelle FP3, non riuscendo a ottenere l'accesso diretto alla Q2. Il pilota della Yamaha è comunque riuscito a chiudere le qualifiche del Gran Premio del Portogallo con il secondo miglior tempo, che gli ha ridato fiducia in vista della gara.

"E' stata una giornata difficile - ha detto l'italo-brasiliano - perchè nelle FP3 abbiamo provato delle soluzioni nuove e non siamo riusciti a migliorare, ma non so che cosa non abbia funzionato. Passare dalla Q1 è sempre un terno al lotto, perchè i tempi sono molto vicini tra loro ed essere nei primi due posti è molto difficile. Ho rischiato di non passare, perchè Binder sembrava che potesse superarmi all'ultimo tentativo."

GP Portogallo, Miller: “Avrei preferito la pole, sarà importante la partenza”

"Punteremo al secondo posto in campionato"


Pensando alla classifica, l'obiettivo di Franco è il secondo posto alle spalle del già campione Joan Mir: "Correremo una gara all'attacco cercando di fare del nostro meglio. Sono sicuro che, nonostante parta indietro, Rins possa essere un avversario davvero agguerrito in gara, visto che ci ha abituato a ottimi risultati la domenica, nonostante in qualifica faccia spesso fatica".

"La scelta delle gomme da utilizzare sarà cruciale - conclude il portacolori del team Petronas - e cercheremo di essere aggressivi senza però usurarle eccessivamente nei primi giri, in modo da essere veloci e poterci difendere anche nelle fasi finali. Nessuno di noi conosce il comportamento della moto a fine gara su questa pista, perciò spero di effettuare la scelta giusta".

GP Portogallo, Rossi: “Stanco per il Covid? No, purtroppo vado piano”