Nel GP degli addii, è stato Franco Morbidelli a spuntarla nella lotta per il secondo posto della classifica piloti. Salendo sul terzo gradino del podio del GP del Portogallo, il pilota di Tavullia si è preso il titolo di Vice Campione del Mondo, approfittando della giornata storta del team Suzuki, che è costata alla Casa di Hamamatsu il titolo Costruttori e il sogno della tripla corona.

Se il maiorchino Joan Mir si è ritrovato alle prese con un weekend sfortunato, culminato nel ritiro dopo un contatto con Bagnaia, non molto meglio è andata al suo compagno di squadra Rins, quindicesimo a causa di un'errata scelta di gomme. Non proprio il finale che sperava la compagine diretta da Davide Brivio, che sognava la doppietta in campionato.

GP Portogallo, Morbidelli: “Da ultimo in Yamaha, ho trasformato la rabbia in lavoro”