MotoGP: Aprilia conferma Aleix Espargaró, Savadori e Smith per il 2021

MotoGP: Aprilia conferma Aleix Espargaró, Savadori e Smith per il 2021

Con tempi così ristretti, la casa di Noale ha preferito tenersi stretti i tre piloti che ha già in “casa” e dopo i test invernali si deciderà chi affiancherà lo spagnolo

23 novembre 2020

Aver aspettato il verdetto sulla triste vicenda di positività al doping di Andrea Iannone, arrivato solo nel mese corrente, ha inevitabilmente penalizzato Aprilia Racing, che si è presentata all’ultimo Gran Premio della stagione MotoGP 2020 senza avere ancora le idee chiare sulla line-up per il 2021. Salvo la figura di Aleix Espargaró, blindato con un contratto biennale lo scorso giugno.

Il 2021


Proprio in questo ultimo fine settimana sono stati tanti i nomi che si sono accostati alla casa di Noale, da alcuni piloti di Moto2, quali Marco Bezzecchi e Joe Roberts, al pilota Superbike Chaz Davies, ma nulla alla fine si è concretizzato e così la preferenza è stata quella di continuare a lavorare con chi conosce già bene la RS-GP. Ovvero, oltre al catalano, i due piloti che si sono alternati in pista quest’anno e che entrambi sono collaudatori della Casa: Bradley Smith e Lorenzo Savadori. I cui ruoli verranno definiti dopo i test invernali.

GP Portogallo, Dall'Igna: "Il titolo costruttori? Per Ducati risultato fondamentale"

La parola a Rivola


L’ultimo fine settimana in programma ha visto Aprilia molto attiva anche dietro le quinte per stabilire il team ufficiale 2021 e Massimo Rivola, Ceo di Aprilia Racing, ha dichiarato: “Non è un segreto, abbiamo offerto una opportunità a tre giovani piloti perché ritenevamo che il nostro progetto potesse essere molto interessante per dei giovani talenti, ma non si sono sentiti ancora pronti al grande salto e allo stesso tempo i team per i quali si sono impegnati per la stagione 2021 hanno preferito trattenerli. Ne prendiamo correttamente atto rispettando la loro decisione. Preferiamo continuare coi nostri piloti piuttosto che scegliere soluzioni ancora aperte ma che non ci convincono pienamente”.

Guardando alla stagione appena conclusa Rivola trova diversi aspetti positivi e ha ammesso: “Anche nelle difficili condizioni di questa stagione, particolarmente penalizzanti per un progetto al suo esordio, la moto si è migliorata tantissimo e ha ridotto significativamente i distacchi sia in gara sia in prova su praticamente tutti i circuiti”. E suoi tre piloti che vestiranno i colori della Casa italiana ha detto: “Aleix ha chiuso in crescendo e proprio ieri ha girato in gara coi tempi dei migliori. Anche Lorenzo ha mostrato progressi importanti in solo tre gare e sappiamo di poter contare sulla professionalità e l’esperienza di Bradley. Aleix sarà ovviamente la nostra punta, la seconda guida, e quindi il ruolo di tester, saranno decisi al termine del programma di test invernali”.

Le 24 moto più iconiche di Motomondiale e Superbike

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi