L'International Street Circuit di Mandalika, situato in Indonesia, figura tra i circuiti di riserva che potrebbero ospitare un Gp del Motomondiale nella stagione 2021. Tutto dipenderà dalle tempistiche necessarie per ultimare i lavori e omologare il tracciato, ma l'attesa del popolo indonesiano sembra incontenibile.

CIV: Ayrton Badovini e BMW a caccia del tricolore Superbike

Lavori da ultimare


Testimonianza ne sono le parole di Ricky Baheramsjah, CEO dell'Indonesian GP Promoter, rilasciate al sito ufficiale della MotoGP: “Siamo lieti di essere arrivati a questo punto del nostro viaggio e desideriamo ringraziare i numerosi azionisti impegnati nella costruzione e nella preparazione operativa della sede nonché delle infrastrutture al di fuori del Mandalika che si stanno sviluppando per sostenere questo evento", spiega Baheramsjah.

"Ci congratuliamo inoltre con Dorna per l’eccezionale stagione 2020 con tutte le sfide che hanno dovuto superare e li ringraziamo per la fiducia che hanno riposto in noi. Dobbiamo concentrarci ora sulla costruzione e sperare che la pandemia termini presto così che i tifosi locali e internazionali possano assistere all’evento”.

Ezpeleta: "Riconosciamo gli sforzi dei soggetti coinvolti nel progetto"


A proposito di Dorna, il grande capo Carmelo Ezpeleta è sulla stessa lunghezza d'onda: “Riconosciamo l’immenso sforzo dei numerosi soggetti coinvolti in questo progetto e vogliamo estendere la nostra gratitudine al Presidente Jokowi e ai suoi Ministri per il loro impegno nel portare il motorsport internazionale nel 2021", spiega Ezpeleta.

"Il loro continuo sostegno è fondamentale per realizzare un evento fantastico. Apprezziamo anche l’immenso sforzo che MGPA, sotto la guida di Ricky Baheramsjah, ha fatto finora e continueremo a sostenerli in qualsiasi modo negli anni a venire. Questa squadra e i suoi partner coinvolti nel motorsport hanno dimostrato di poter disputare un Gran Premio del Campionato del Mondo FIM MotoGP.

L’attenzione deve essere rivolta alla costruzione, all’omologazione e ai test, soprattutto perché si tratta di un circuito stradale nuovo di zecca. Come detto, è possibile che il calendario venga modificato e una volta che avremo un quadro più chiaro, e non appena sarà possibile pianificare un test, potremo iniziare a discutere una possibile data per il Gran Premio del 2021”, conclude Ezpeleta.

Il circuito di Mandalika figura tra le piste di riserva per il Mondiale assieme a Portimao (Portogallo) e all'Igora Drive Circuit (Russia).

Secondo il calendario provvisorio 2021, la stagione del Motomondiale inizierà il 28 marzo in Qatar.

Joe Roberts e il "no" ad Aprilia MotoGP:  "Voglio prima vincere in Moto2"