Presente in tutte le categorie del Mondiale, dalla Moto3 alla MotoGP, passando per la Moto2 e la nuova MotoE, il team Gresini si è voluto pubblicamente complimentare con tutti gli organi competenti grazie al cui lavoro il campionato Mondiale 2020 si è potuto svolgere (qui le dichiarazioni del boss Dorna Carmelo Ezpeleta). In un anno che è stato caratterizzato da una pandemia addirittura Mondiale, lo spettacolo in pista c’è stato per ben 15 weekend di gare, condensati in cinque mesi, e alla base di tutto c'è stata un’organizzazione impeccabile.

Moto2, Bulega infortunato: "Non vedo l'ora di tornare in moto"

“Ce l’abbiamo fatta”


Il team manager della Gresini Racing, Fausto Gresini, ha ammesso: “Sembrava quasi impossibile a marzo-aprile poter solo iniziare una stagione MotoGP, e ora possiamo dire di avercela fatta. 15 gare e in totale sicurezza, davvero incredibile”.

Il lavoro dietro le quinte è stato instancabile: “È stato uno sforzo enorme da parte di tutti, e a nome della famiglia Gresini voglio ringraziare personalmente FIM, Dorna Sports, IRTA e MSMA per aver portato a termine un campionato in maniera eccellente, con un lavoro encomiabile nel contenimento del virus che ci ha permesso di continuare a fare quello che più ci piace con dedizione e passione”.

L’anno più difficile è ormai alle spalle e in questo momento c’è forte speranza che il prossimo si possa tornare almeno in parte alla normalità: “È stato un 2020 difficilissimo che insieme abbiamo saputo superare e non vedo l’ora di poter tornare in pista, nella speranza di rivedere al più presto le tribune gremite e il paddock brulicante di persone”.

MotoGP: chi sostituirà Marc Marquez? Dovizioso è l'uomo giusto