La MotoGP si prepara per i primi test 2021 in programma a Sepang dal 19 al 21 febbraio, preceduti dallo shakedown previsto dal 14 al 16 febbraio sempre sulla pista malese.

Ad attendere gli uomini della classe regina del Motomondiale ci sarà un protocollo sanitario ulteriormente inasprito, sul modello utilizzato dalla Formula 1 nelle tappe asiatiche.

Doppio test PCR


Stando a quanto riferito dai colleghi di Speedweek, i membri dei team dovranno presentare l'esito di un primo tampone al momento della partenza; una volta arrivati all'aeroporto di Kuala Lumpur, dovranno sottoporsi a un secondo test PCR e rimanere in quarantena presso l'hotel Sama Sama finché non avranno avuto esito negativo.

Le squadre dovranno poi mantenersi in una bolla: sarà consentito solo il percorso più breve per spostarsi dall'hotel al paddock, ristoranti e shopping saranno vietati.

Stagione al via il 28 marzo in Qatar


Il secondo e ultimo test MotoGP è previsto in Qatar dal 10 al 12 marzo, dove il Motomondiale disputerà il primo GP dell'anno il 28 marzo, ma è lecito attendersi stravolgimenti al calendario dovuti alla pandemia in atto.

MotoGP, Quartararo è pronto per prendere il posto di Rossi?