Alla vigilia della nuova stagione di MotoGP 2021 la Casa che ha vinto il titolo mondiale 2020, Suzuki, deve correre ai ripari e cercare un degno sostituto del team manager Davide Brivio, che invece di rinnovare ha optato per cogliere una nuova sfida.

Il brianzolo non ha solo svolto il ruolo del team manager, ma ha anche creato tutta la squadra partendo da un semplice foglio bianco, e andando a vincere, otto anni dopo, il titolo iridato.

E se Suppo tornasse in MotoGP?


Non sarà un’impresa facile per Suzuki sostituire Brivio, nell’anno in cui l’obiettivo è difendere il titolo iridato, e tra le opzioni spunta il nome di Livio Suppo. Colui che ha portato Ducati a vincere il titolo iridato nel 2007 con Casey Stoner e che poi è passato in Honda vincendo un altro titolo con l’australiano e ben quattro con Marc Marquez. Poi la sua decisione è stata quella di lasciare il mondo della MotoGP e dedicarsi ad altro, ovvero a Thok Ebikes.

Chi è Davide Brivio, il manager MotoGP a un passo dalla Formula 1 

Suppo dice che...


Intervistato da Crash.net il piemontese ha detto: “Dovrei pensarci... la MotoGP è stata la mia vita per molti anni e a volte mi manca. Vediamo se Suzuki mi chiamerà, nel qual caso li ascolterò e vedrò!” Chi meglio di lui, con la sua esperienza nelle moto e tra l'altro anche con i giapponesi, potrebbe prendere il posto di Brivio? Sulla carta sembra essere l’opzione migliore.

MotoGP, Carchedi: "Il talento di Mir è la frenata"

Che la ricerca abbia inizio


Dovesse non andare in porto il colloquio tra le due parti, la casa di Hamamatsu dovrà guardarsi in giro, restando sempre nell’ambito racing. Sia nella stessa MotoGP, guardando in casa dei rivali, sia in Superbike, dove può trovare persone con esperienza e in grado di soddisfare le loro esigenze, oppure perchè no anche in Formula 1, proprio nell’ambiente che gli ha “strappato” Brivio dalle mani.

Futuro Suzuki: Pablo Nieto candidato a sostituire Brivio?