Pochi giorni fa il Repsol Honda Team ha diffuso le prime immagini di Pol Espargaró con i colori della sua nuova squadra. Infatti, paradossalmente, Pol è l'unico pilota confermato in squadra a poco più di un mese dall'inizio della stagione. Perché Marc Márquez non potrà salire sulla moto, Stefan Bradl è stato teoricamente rinnovato come collaudatore e i contatti che sono stati fatti all'epoca con Andrea Dovizioso sono in letargo.

Anche se questa mancanza di definizione può sembrare strana, la realtà è che Honda sta semplicemente seguendo le scadenze dettate dal buon senso. Due fattori stanno guidando HRC verso la sua decisione: l'evoluzione dell'infortunio di Marc Márquez e la definizione del calendario del campionato vero e proprio.

Per quanto riguarda l'evoluzione dell'infortunio di Márquez, saranno i suoi tempi di recupero teorici a decidere chi inizierà la stagione in sella alla sua moto. Secondo le nostre informazioni, nei prossimi giorni questa evoluzione dovrà essere valutata dai medici, quindi da lì in poi Honda avrà informazioni per decidere.

È da presumere che, a seconda di ciò che diranno i medici sulle scadenze per rivederlo sulla sua moto, Honda attiverà l'una o l'altra opzione. In altre parole, coprire le prime gare con Bradl, oppure fare il passo e ottenere i servizi di Dovizioso. In questo senso, la Honda non ha fretta, perché non è che Dovizioso abbia molte altre opzioni: nel 2021 o gareggia con la Honda o rimane a casa.

L'altro fattore chiave per Honda per capire se deve puntare su un pilota oltre Bradl è il calendario del Campionato del Mondo. Non è un segreto che quello esistente sia alquanto ottimista. Con la pandemia ancora in atto a livello globale, non sarà soddisfatto nella sua forma attuale. Honda non prenderà una decisione sul secondo pilota del Team Repsol Honda fino a quando non avrà un'approssimazione del calendario reale della MotoGP 2021.

Il ragionamento è molto semplice. Immaginate che la Honda chiuda un accordo con Andrea Dovizioso; per mezza stagione o per una stagione completa, scegliete la durata che volete. Se, a causa dei "capricci" della pandemia, l'inizio del campionato viene ritardato o alcuni dei GP previsti per la prima parte dell'anno vengono cancellati o posticipati, può accadere che in quel momento Marc torni e improvvisamente il Team Repsol Honda abbia tre piloti sotto contratto per due moto.

Le cose stanno così e questo spiega perché la Honda è in standby.

Ipotesi nervo radiale interessato per Marquez? Da Honda né conferme né smentite