Continuano gli effetti della pandemia sul mondo del motorsport: il circuito Ricardo Tormo di Valencia rimarrà chiuso fino al 21 gennaio, dopo che la città di Cheste - sede dell’autodromo - è stata messa in stato di isolamento dalle autorità locali per contenere il numero di contagi.

A causa di questa decisione, sono stati sospesi tutti i test e gli eventi organizzati in questo periodo, comprese le attività delle scuole di pilotaggio. 

Come riferito in un comunicato apparso sul sito ufficiale del circuito, il team di manutenzione del Ricardo Tormo ha approfittato della pausa forzata per portare avanti alcuni lavori programmati sulla pista, che hanno riguardato in particolare l'ingresso della pit lane.

Dorna al lavoro per i test in Malesia


Quella che arriva da Valencia non è una notizia di buon auspicio per una MotoGP che si prepara a svolgere i primi test dell'anno dal 19 al 21 febbraio sulla pista di Sepang. Per l'occasione la Dorna sta mettendo a punto un protocollo sanitario studiato ad hoc, ma l'avanzare del Covid-19 potrebbe avere un effetto negativo sull'inizio del Motomondiale, che potrebbe trovarsi costretto a valutare un calendario alternativo.

Non resta che affidarsi alle capacità organizzative degli uomini di Carmelo Ezpeleta, capaci di mettere in piedi il campionato 2020 nonostante le tante avversità.

MotoGP: i perché dietro al silenzio di Honda