La pandemia di Covid-19 non accenna ad allentare la sua sua presa e il drastico peggioramento della situazione in Malesia, che quest'oggi ha costretto il re a dichiarare lo stato di emergenza nazionale e la sospensione del parlamento fino al 1 agosto, non ha lasciato scampo ai test MotoGP.

Nonostante gli sforzi profusi nel lavorare a un protocollo sanitario tale da permettere lo svolgimento dei collaudi in piena sicurezza, dopo aver valutato lo scenario attuale, FIM, IRTA e Dorna hanno comunicato la decisione, presa di comune accordo, di cancellare la sessione di test che si sarebbe dovuta svolgere dal 16 al 18 febbraio sul circuito di Sepang.

Al momento, restano però confermate le altre date del calendario 2021 e la sessione di test in Qatar prevista a Losail dal 10 al 12 marzo. Salvo un nuovo peggioramento della pandemia, potrebbe essere proprio quella la prima occasione per i piloti per saggiare le loro nuove moto. A meno che Dorna non decida di aprire la stagione in Europa, organizzando magari una sessione di collaudi sul circuito di Jerez, che ospiterà i test SBK i prossimi 20 e 21 gennaio.

SBK: Maverick Vinales "ospite speciale" dei test di Jerez