Ducati è pronta per scendere in pista a Jerez con tutti i suoi portacolori in MotoGP: Jack Miller e Pecco Bagnaia, alfieri del team ufficiale, Luca Marini ed Enea Bastianini per Esponsorama e Johann Zarco e Jorge Martin per Pramac. Oltre a loro, tornerà in azione anche il collaudatore Michele Pirro.  già aveva girato a Jerez pochi giorni fa, sul bagnato, in occasione dei test Superbike disertati da tutte le squadre partecipanti.

Un bel record davvero quello di Ducati: sei piloti contrattualizzati per tutta la stagione sono un numero considerevole. Che non fa che aumentare le aspettative sullo squadrone di Borgo Panigale quest’anno.

Tutti (o quasi) sulla Panigale


A Jerez, nei test Superbike del 20 e 21 gennaio, Pirro aveva sfidato la pioggia con una Ducati Panigale V4R in configurazione CIV del team Barni, questa volta, invece, il pilota pugliese potrà saggiare le doti del prototipo di MotoGP. E sarà l’unico a farlo: tutti gli altri piloti, invece, dovranno accontentarsi di togliere la ruggine dell’inverno in sella ad una Ducati Panigale V4 strradale.

Il regolamento, infatti, vieta di fare prove con le MotoGP al di fuori dei test ufficiali. Per salire sulla MotoGP, Miller, Bagnaia, Marini, Bastianini, Zarrco e Martin dovranno aspettare i primi di marzo, dove potranno scendere in pista a Losail.

Al momento in quelle stesse giornate è confermata anche la presenza della Honda con Stefan Bradl, anche lui già presente agli scorsi test SBK, ma non è esluso che si aggiunga qualche altra Casa.

MotoGP: Iannone riparte dal cross, per lui allenamenti in vista