MotoGP, Uccio sul futuro di Rossi e sugli sfortunati test di Portimao

MotoGP, Uccio sul futuro di Rossi e sugli sfortunati test di Portimao

I piloti della VR46 Academy, in extremis, hanno deciso di partire per i test a Portimao ma oggi non hanno girato causa maltempo. Intanto Uccio ha parlato della "deadline" sul futuro di Rossi

Era tutto pronto per la VR46 Academy: mancavano poche ore alla partenza per i primi test in Portogallo, quando Uccio Salucci, in diretta su Sky Sport MotoGP ha dato la notizia di un possibile rinvio. Le condizioni meteo a Portimao davano temporali per diversi giorni quindi, cosa avranno fatto i ragazzi dell'Academy VR46?

“Preferiamo spostarli”


“Dobbiamo partire tra poco - aveva raccontato Uccio - ma stiamo riflettendo sul da farsi perchè le condizioni meteo nei prossimi giorni saranno davvero disastrose. Stiamo quindi pensando di rinviarli alla prossima settimana. Volevamo andare a Portimao per trovare condizioni meteo favorevoli per far girare i ragazzi perchè è da un po' che sono fermi. Dal circuito ci hanno fatto sapere che è in arrivo un temporale e alla fine se dobbiamo andare là per non fare niente preferiamo spostarli”.

In realtà i ragazzi della VR46 sono partiti e si trovano adesso a Portimao anche se nella giornata di oggi non hanno potuto girare. La speranza è che domani il tempo sia più clemente.

Sul futuro dello Sky Racing team VR46


Uccio ha poi parlato dello Sky Racing team VR46 e di un prossimo futuro in MotoGP: “Già dall'anno scorso abbiamo iniziato a pensarci - ha proseguito -, i nostri ragazzi stanno crescendo, non avrei mai pensato che sarebbero cresciuti così velocemente ma è successo e quindi vanno seguiti ed è ora di pensare di poter fare un team in MotoGP. Detto questo la strada è molto lunga, il passo da fare è molto importante e anche a livello economico dobbiamo trovare delle garanzie, tanti soldi per tanti anni, ma soprattutto strutturarci noi. E' vero che abbiamo già fatto Moto3 e Moto2 ma la MotoGP è un'altra cosa. Vediamo, sono mesi importantissimi, da qui a maggio dovremo prendere una decisione. Al momento non sappiamo con che moto, da quel punto di vista non sappiamo niente. Di sicuro il nostro cuore è in Yamaha”.

Occhi sempre puntati sul futuro di Rossi


Ovviamente, non è mancata anche la domanda sul futuro di Valentino Rossi: per lui il 2021 si prospetta al team Petronas al fianco di Franco Morbidelli. Ma per il 2022? A parlare è ancora Uccio, braccio destro da sempre di Vale: “Dipenderà molto dalle gare come sempre. Come andranno e se Vale si divertirà. La deadline potrebbe essere a metà stagione, dopo le prime cinque-sei gare”.

I test Moto3 e Moto2 cambiano sede: niente Jerez, si va in Qatar

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi