Il 2020 è stato sicuramente l'anno più difficile nell'intera carriera di Marc Marquez: l'infortunio patito nella prima gara della stagione a Jerez e il conseguente tentativo di rientro una settimana dopo lo hanno costretto a una tribolata serie di interventi che lo hanno tenuto lontano dalle piste fino ad oggi.

Proposta rifiutata


A distanza di mesi dall'incidente, emergono altri dettagli sul periodo complicato vissuto da Marc: secondo il sito spagnolo As, il più anziano dei fratelli Marquez aveva comunicato alla Honda di essere disposto a rinunciare al suo stipendio 2020, non avendo partecipato a nessuno dei GP in programma.

In Giappone pare abbiano apprezzato il gesto, salvo poi decidere di rifiutare in segno di lealtà nei confronti del campione spagnolo, capace di regalare tanti successi alla Casa di Tokyo.

La Honda aspetta Marquez


L'unico pensiero della Honda è quello di recuperare Marquez e riaverlo in pista il prima possibile e al 100 % della forma: il box Repsol ha bisogno di lui per tornare a vincere, dopo un'annata disastrosa conclusa senza vittorie. Se il 93 non dovesse farcela a tornare in tempo per la prima gara in Qatar, a sostituirlo ci sarà Stefan Bradl.

MotoGP: Marc Marquez dà un anticipo del 2021