Con i primi test pre-stagionali in ritardo, Jerez è diventato il circuito di riferimento per la maggior parte dei test team della MotoGP. Questa settimana Honda, KTM e Aprilia proveranno sulla pista spagnola, mentre ieri e oggi è stato il turno di Honda e Ducati. La Casa alata è già stata a Jerez più volte questo inverno ma non ha potuto girare troppo a causa del maltempo. La sfortuna ha colpito anche la Ducati, presente in Spagna al gran completo C’era il test team della MotoGP con Michelle Pirro, Tito Rabat e la sua Superbike del Team Barni e i sei piloti MotoGP: Jack Miller, Pecco Bagnaia, Jorge Martin, Johann Zarco, Luca Marini ed Enea Bastianini. Per loro Ducati aveva preparato delle Panigale V4 che avrebbero dovuto guidare nei due giorni ma la pioggia ha ridotto quel tempo al solo pomeriggio del secondo giorno, quando la pista era in condizioni migliori. I piloti hanno girato fino alla chiusura del circuito alle sei del pomeriggio.

Enea Bastianini: "La mia prima impressione è che c'è molta potenza; mi sono divertito molto. Mi aspettavo una moto più stradale, ma la Panigale V4 l’ho sentita molto come una moto da pista. Mi sono sentito molto a mio agio. Nonostante il tempo, alla fine sono riuscito a fare un bel po' di giri... un gran divertimento”

Pecco Bagnaia: "Siamo stati sfortunati con il tempo, ma nel pomeriggio abbiamo avuto la possibilità di percorrere molti giri. Sono felice perché mi mancava questa sensazione. La V4 è una moto che in termini di sensazioni è molto vicina a una MotoGP, quindi non vedo l'ora di guidare la Desmosedici!”

Luca Marini:"Prima di tutto, una sensazione incredibile! Dopo qualche mese di pausa, quando si torna in pista, è impressionante. Ancora di più questa volta se lo fai su una Panigale. È incredibile quanta potenza ha, soprattutto quando si apre in terza/quarta marcia... Mi sono divertito molto. Peccato per aver avuto a disposizione solo un giorno, ma abbiamo fatto molti giri. Nell'ultimo giro ci siamo messi vicini per divertirci un po'. Gli altri erano molto veloci, ma anche io. Sono molto contento di questo primo contatto con la Panigale. Spero di tornarci sopra il più presto possibile”.