Maverick Viñales e Fabio Quartararo hanno individuato in Cal Crutchlow, neo-collaudatore di Yamaha, la soluzione di molti problemi. Soprattutto il pilota spagnolo, che nelle ultime quattro stagioni ha corso con la Yamaha ufficiale, sa bene quali sono i problemi della M1, con la quale nel 2020 ha fatto il suo peggior risultato, piazzandosi sesto nel Mondiale, dopo due terzi posti nel 2017 e nel 2019.

Anche Fabio Quartararo, pur non avendo avuto gli stessi problemi, perché la Yamaha del team Petronas paradossalmente ha dimostrato di essere più guidabile di quella della squadra ufficiale, ha accolto con grande entusiasmo l’arrivo del nuovo collaudatore in Yamaha.

Viñales: “Libero di concentrarmi solo sulle gare”


“Cal porterà molta serenità nel team, perché alle volte io correvo ma al contempo facevo anche un test della moto, il che ti rende abbastanza nervoso”, ha detto Maverick Viñales. “Quando provi delle componenti nuove nel 99% dei casi non funzionano, e solo nell1% dei casi vanno bene. E se puoi avere un pilota come Cal, che può capire veramente la moto, spingerla al limite, che conosce le altre moto, e che darà il massimo ad ogni giro, questo significa che quando arrivi in pista non dovrai più provare nuovi forcelloni, scarichi o sospensioni. Ti puoi concentrare solo sulle gare".

"Anche nei test, ad esempio, lo scorso anno dovevamo provare tutto. Cal può dire ‘questo sì, questo no’, e questo significa che può risolverci un mucchio di problemi e darci l’opportunità di concentrarci maggiormente su ciò che serve”, spiega Viñales.

Quindi il suo arrivo è una cosa molto importante per noi, perché Cal è un buon pilota, noi siamo molto amici, e può fare un buon lavoro. Mi auguro che ci riesca”, conclude lo spagnolo.

Quartararo: “E’ la persona che fa al caso nostro”


Sono veramente felice che Cal sia in squadra, perché lo conosco abbastanza bene, ha una mentalità molto forte, ed è una persona molto diretta”, è il commento di Quartararo. “E penso che sia la persona che fa al caso nostro: se c’è qualcosa che non va, non dobbiamo andare a destra o sinistra, dobbiamo andare dritti, non dobbiamo perdere tempo.

“E’ importante che faccia tanti giorni di test, spero che Yamaha lo faccia girare tanto, affinché possa verificare e approvare le varie componenti testate, perché alla fine è molto importante. Spingerò molto con Yamaha affinché lo faccia girare tanto”, conclude Quartararo.

MotoGP, Vinales: “Per vincere, Yamaha deve essere un team unito”