Un altro circuito spagnolo potrebbe entrare a far parte dei calendari MotoGP e Formula 1: stiamo parlando della pista che verrà realizzata a Morata de Tajuña, vicino Madrid.

Il layout è stato pensato analizzando 18 circuiti tra Spagna e Portogallo con l'obiettivo di progettare un circuito divertente e attraente per le competizioni internazionali.

Il Morata de Tajuña Speed Circuit sarà lungo 4,5 chilometri (leggermente più lungo di piste come Interlagos o Jerez), avrà un rettilineo di 650 metri, una larghezza media di 14 metri e massima di 20 metri. Sarà composto da 6 curve a destra e 7 a sinistra.

Progetto in due fasi


"L’idea è quella di realizzare un impianto che resti in funzione 280 giorni all’anno con eventi motoristici e concerti in estate", ha dichiarato il sindaco Angel Sanchez. "Non credo che ci saranno difficoltà a ottenere le autorizzazioni necessarie perché sarà fatto in un ambiente molto degradato e con un terreno assolutamente improduttivo“.

Il progetto di costruzione si articolerà in due fasi: una in cui verrà realizzata la pista (dalla durata prevista di 10 mesi) e una seconda in cui verranno ampliate le infrastrutture collegate (due anni).

Per l'eventuale ingresso del circuito nel calendario del Motomondiale bisognerà aspettare almeno 4 o 5 anni, in un'inevitabile rotazione con le altre piste iberiche.

MotoGP: gravi perdite economiche per Aragon. Rinnovo con Dorna a rischio?