Prima di scendere in pista il 6 marzo sul circuito di Losail, in Qatar, per il primo test pre-stagionale 2021 alcuni piloti della top class si sono allenati sulla pista di Barcellona e tra questi c’era anche Pol Espargaro.

Il nuovo pilota del team Repsol Honda aveva per le mani la RC213V-S, in attesa di poter guidare la moto di HRC con cui Marc Marquez ha vinto sei titoli negli ultimi otto anni.

"Mi aspetto un anno lungo e difficile"


Questa presa di contatto è andata bene e ha raccontato sui social: “Le sensazioni sono buone. Mancano ancora alcune cose, ma a poco a poco io e la moto ci stiamo conoscendo. Sono migliorato con il passare della giornata”. Tra poco però salirà sulla moto da pista: “Ed è un po’ diversa. Non ho ancora potuto salirci sopra e per me è la cosa più importante, ormai manca poco”.

Sabato 6 marzo finalmente salirà alla guida della RC213V ed è realmente impaziente di fare il primo giro sul circuito di Losail: “Sono due test che aspetto davvero da molto tempo. La felicità che provo in questo momento è praticamente la stessa di quando sono arrivato per la prima volta in MotoGP. So che sarà un progetto complicato e sarà un anno lungo e difficile, ma iniziare in Qatar con la Honda sarà qualcosa di veramente memorabile per me e non vedo l’ora di realizzarlo”.

La nuova modifica


Sulla curva 10 della pista catalana ha raccontato: “Ci mancava. Negli ultimi anni abbiamo ci sono stati diversi cambiamenti qui e penso che il circuito sia tornato al suo DNA originale e alla curva con cui tutti i piloti della MotoGP hanno imparato questo tracciato”.

MotoGP, titoli costruttori: la nuova RC213V si unirà alle vincitrici?