Luca Marini è l'ultimo nome presente nella lista dei tempi siglati oggi nei test MotoGP del Qatar. Due secondi e sei decimi abbondanti il gap dall'Aprilia di Aleix Espargarò per il neo ducatista, che è però fiducioso e propositivo rispetto alla strada intrapresa: "Di sicuro, oggi tutto è andato meglio - Luca ha girato pure ieri - il feeling con la moto è stato grande, inoltre, abbiamo potuto lavora guadagnato qualcosa in termini di stabilità dalle uscite di curva. Migliorata è pure la fase di frenata, come la posizione in sella. L'assetto trovato è buono e domani proveremo ancora nuovi particolari utili ai progressi fatti sinora".re sulla gestione elettronica. Io posso usare meglio la coppia motrice, sfruttando l'accelerazione del motore".

Che tipo di lavoro è stato fatto dal fratello di Valentino? Tante modifiche alla DesmosediciGP: "Sono state cambiat molte cose. Oltre al piano di seduta, ora più confortevole per me. Anche le pedane sono state cambiate. Poi, il serbatoio, i semimanubri, la copertura del serbatoio... tante cose. Ma so che dovremo agire ancora, siamo solo all'inizio del lavoro. Non sono riuscito a cercare il mio miglior tempo sul giro. Ero sempre da solo in pista e questo poco aiuta. Domani proverò ad imparare le linee più veloci seguendo gli altri piloti, guidando meglio la MotoGP".

Come è il rapporto tra Marini e la Casa bolognese? Il rookie Sky VR46-Avintia ne spiega le dinamiche: "Ho fatto la mia richiesta a Ducati, poi sarà Borgo Panigale a decidere cosa portarmi nel garage. So che avrò il supporto della Casa. Vedo che gli altri piloti si trovino bene in sella, penso che pure io troverò le giuste soluzioni. I ragazzi del mio team lavorano molto ed è bello sapere che ci sia tutto questo impegno attorno a me".

Poche parole da Valentino, consigli da mamma Stefania


Essere fratello di Valentino Rossi offre numerosi vantaggi, tra i quali poter disporre di utili consigli. Tuttavia, l'otto volte iridato è molto impegnato nel suo lavoro di ingresso nel team Petronas Yamaha: "Comunque, ci siamo detti che per ora tutto è  ok. Ho parlato con lui per messaggio, giusto riguardo il feeling provato sulla moto. Oggi è molto impegnato, magari gli chiedo qualcosa più tardi".

Invece, da mamma Stefania è arrivato quanto segue: "Mamma è sempre tecnica in ogni commento. Mi ha scritto qualcosa su frenata ed entrata in curva. Stava controllando i tempi sul giro ed i parziali di settore, dove guadagnavo e perdevo. Lei ha una grande passione per questo sport e mi piace che mi segua".

Marini è conosciuto in qualità di pilota-ingegnere e conferma questa tesi: "la MotoGP è il mio mondo. Stiamo lavorando da matti su ogni dettaglio, analizzando il rendimento di tutte le curve e settori. Ci siamo dedicati alla moto e mi piace lavorare in questo modo. Così possiamo ottenere tutto ciò che vogliamo. Ovviamente, il livello si alzerà, i tempi sul giro si abbasseranno ed io dovrò essere più veloce. Quando dovrò limare qualche decimo, il lavoro fatto oggi sarà utile. Sarà importante capire come spiegarmi ai tecnici".

Che fine ha fatto: Karl Muggeridge