Si chiudono nel segno di Fabio Quartararo i primi test pre season 2021 andati in scena sul tracciato qatariota di Losail. Sono stati due giorni intensi (tre per collaudatori e rookies) che hanno visto i piloti della classe regina tornare in pista dopo la lunga pausa invernale, dando un assaggio delle novità, tra squadre e prototipi, di ciò che ci attenderà con l'inizio del Campionato del Mondo MotoGP in programma dal 28 marzo.

Quartararo mister velocità


Se nella prima giornata a rimanere per il maggior numero di giri nelle posizioni alte della classifica erano stati il pilota Aprilia Aleix Espargarò e il collaudatore Honda Stefan Bradl, il francese Fabio Quartararo, da quest'anno in sella all'M1 del team Yamaha Factory, è riuscito, grazie ad un time attack a mezz'ora dalla fine, a balzare al comando (1:53.940).

In seconda posizione, ha invece chiuso Jack Miller, vestito di rosso in questo 2021 con i colori Ducati Factory: l'australiano si è portato a +0,077 dal francese, sorpassando anche Aleix Espargarò che non è andato più in là del terzo posto accumulando un gap di +0,212.

La top ten della seconda giornata


Il primo italiano a comparire in classifica è stato invece Franco Morbidelli che in sella alla Yamaha continua a confermarsi ad un buon livello: il pilota Petronas ha eguagliato per poco il tempo di Aleix Espargarò (+0.213). Giornata più in affanno, ma con tante cose da testare, invece, quella di Valentino Rossi. Per il Dottore, la seconda giornata di test si è chiusa in ventesima posizione.

A seguire, la classifica ha visto in quinta posizione il tester Honda Stefan Bradl (+0,270), mentre il compagno di team Pol Espargarò, che nella prima metà della giornata aveva girato molto forte, ha chiuso dodicesimo dietro a Miguel Oliveira e davanti a Takaaki Nakagami.

A rientrare nella top ten sono stati invece il francese Johann Zarco sesto a +0,416, Maverick Vinales, settimo a +0,455, il campione del mondo in carica Joan Mir a +0,575. Infine nono tempo per Francesco Bagnaia e decimo per Alex Rins, entrambi con un gap dal primo di sette decimi.

La situazione rookies


Dalla classifica di queste due giornate restano più attardati i tre rookies: Enea Bastianini in sella alla Ducati Avintia ha chiuso con un sedicesimo tempo pagando un gap di un secondo e mezzo da Quartararo, mentre Luca Marini è arrivato diciottesimo a +1,665. A seguire, in diciannovesima posizione ha chiuso Jorge Martin a +1,692.

Queste tre giornate sono state soltanto un primo assaggio in quanto dalla prossima settimana nelle giornate del 10,11 e 12 rivdremo ancora i piloti della classe regina impegnati in Qatar per altri test pre stagionali.

La classifica del Day 2


MotoGP, Test Qatar, Rossi: “La mia M1 ha solo cambiato vestito”