L'esordio di Francesco Bagnaia in sella alla Desmosedici del team Ducati Factory si può dire che non sia stato per niente male: l'italiano ha chiuso questa due giorni di test in Qatar rientrando nella Top ten, con il nono tempo a sette decimi dal primo in classifica Fabio Quartararo. Ecco quindi le impressioni del nuovo portacolori Ducati ufficiale.

Bilancio più che positivo


“Oggi per il lavoro fatto sono abbastanza contento - ha esordito Bagnaia -, il Qatar è una pista difficile e sono contento di essere tra i primi dieci anche se conta poco visto che c'è chi ha fatto il time attack e chi non lo ha fatto. Essere comunque tra i primi dieci non è male per niente”.

E non è male per niente, soprattutto perchè i test sono stati un'occasione per provare tanti dettagli nuovi sulla Desmosedici: “Abbiamo fatto dei passi avanti - ha proseguito -. Ho provato un serbatoio che era già stato utilizzato. Mi piace e mi aiuta nell'inserimento in curva, ma soprattutto si allinea con il mio stile di guida. Ieri il vento era troppo forte soprattutto nella prima parte dei test, oggi era meno e si riusciva a girare di più. Sicuramente non ci ha permesso di poter sfruttar bene certi tipi di gomme ma speriamo che nei prossimi ci sia di meno in modo da provare anche le gomme, aspetto importante per il weekend di gara”.

“Mi è piaciuto quasi tutto”


Dopo una prima giornata in cui Pecco è incappato anche in una caduta e passata l'emozione della prima uscita con i colori ufficiali, la strada è stata tutta in discesa: “Ho sentito più pressione ieri - ha continuato -, forse perchè era il primo giorno. Oggi non molta, ero più concentrato su ciò che c'era da provare. Abbiamo avuto la fortuna di avere il riscontro di più dati e anche di capire il lavoro che andremo a fare negli altri giorni di test. Sarà importante continuare questo lavoro e abbiamo la fortuna di essere tre piloti per poterci confrontare. Non ho fatto troppi giri perchè comunque il tempo che dovevo stare al box per fare le prove era un po' più lungo del normale. Su varie cose provate quasi tutte mi sono piaciute. Meno male abbiamo tre giorni, in uno fai sempre fatica a prendere decisioni. Spero di avere ancora un miglioramento”.

Infine, su alcuni dettagli provati, come l’holeshot: “Abbiamo un nuovo sistema che per la partenza fa abbassare il davanti - ha concluso - ed è un qualcosa che devo dire fa una bella differenza”.

MotoGP, Test Qatar: Lorenzo "bastona" Crutchlow dopo la caduta