MotoGP, Test Qatar, Marini: “Devo ancora lavorare sulla posizione in moto”

MotoGP, Test Qatar, Marini: “Devo ancora lavorare sulla posizione in moto”

Il rookie MotoGP ha già le idee ben chiare sui miglioramenti da fare in sella alla Desmosedici: “Dobbiamo modificare la mia guida anche a livello di set up”

Sono stati tre giorni importanti quelli che hanno visto i piloti della classe regina impegnati nei test pre season in Qatar. Soprattutto per i rookie, i piloti esordienti della categoria. Tra questi Luca Marini, portacolori del team Sky VR46-Avintia che ha chiuso la giornata di oggi al 18esimo posto della classifica generale.

“Mi sono divertito sulla moto”


“Il bilancio è assolutamente positivo - ha detto il fratello di Valentino Rossi -. Soprattutto in questo terzo giorno mi sono divertito molto sulla moto, mi sono sentito più a mio agio e sono riuscito a gestire meglio la potenza. In più, sono riuscito a cambiare il mio stile sulla frenata e adesso sono arrivato a livello dei migliori in frenata, che comunque con la nostra moto è una parte fondamentale”.

Alcuni dettagli ancora da migliorare


Felice dopo questi tre giorni, quindi, adesso c'è da guardare ai prossimi appuntamenti in cui i piloti potranno tornare a testare ancora i loro prototipi: “Dobbiamo analizzare bene dove siamo più carenti rispetto agli altri piloti Ducati - ha proseguito - e poi modificare la mia guida anche a livello di set up. Oggi abbiamo già iniziato a modificare qualcosa e sono state tutte modifiche positive che mi hanno aiutato, bisogna ancora fare uno step in avanti per aiutarmi a guidare meglio. Devo ancora lavorare sulla posizione in moto perchè ancora non mi sento a mio agio soprattutto faccio fatica in alcuni punti della pista dove tecnicamente non bisognerebbe faticare. A parte questo mi sento veramente bene, la moto fa paura e abbiamo raggiunto veramente un bel livello. Sia io, che Bastianini che Martin oggi siamo andati molto forte, non mi aspettavo che fossimo così vicini al tempo del primo e quindi dobbiamo essere soddisfatti”.

La classifica di oggi ha infatti visto i tre rookie orbitare tra la sedicesima e la diciannovesima posizione con un distacco di un secondo e sei dal primo pilota in classifica Fabio Quartararo.

MotoGP, Bastianini: “Sono al livello degli altri rookie Ducati”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi