Si è conclusa con due scivolate ed il quattordicesimo posto in classifica la seconda giornata di test sul tracciato di Losail per Alex Marquez, alle spalle di Nakagami e staccato di circa un secondo dalla prima posizione occupata da Fabio Quartararo.

Il pilota del team LCR Honda è consapevole della perdita di tempo causata dalle cadute: “Purtroppo oggi sono caduto due volte, compromettendo in parte il programma di lavoro previsto per la giornata. Sono state delle scivolate innocue ma ci hanno fatto perdere tempo, specialmente la prima, avvenuta all'inizio del turno, in cui la moto si è danneggiata molto e i meccanici hanno impegnato parecchio per rimetterla in sesto”.

"Meglio trovare il limite nei test piuttosto che in gara"


Tuttavia, Alex è sicuro di avere un buon pacchetto tecnico a disposizione: “Sia quella di ieri che le due di oggi, sono state cadute causate da miei errori. E' sempre meglio sbagliare durante i test provando diverse soluzioni e trovare il limite, piuttosto che farlo durante il weekend di gara. Nonostante ciò, sono contento perchè nella squadra si respira una bella atmosfera e la moto è competitiva”.

Il campione del mondo Moto2 del 2019 ha poi svelato che tutti e quattro i piloti Honda hanno svolto un lavoro diverso nel corso delle due giornate: “Tutti i piloti Honda hanno provato soluzioni diverse sia dal punto di vista tecnico, sia di setup, in modo da ottimizzare i tempi ed avere più riscontri possibile. Il mio compito oggi era quello di effettuare alcune prove comparative tra telai differenti ed il telaio tradizionale mi ha dato le sensazioni migliori in questi due giorni”.

MotoGP, Test Qatar: Lorenzo "bastona" Crutchlow dopo la caduta