E' proseguita fino a tarda notte la diatriba tra Jorge Lorenzo e i piloti della MotoGP in merito alla caduta di Cal Crutchlow, nella seconda giornata di test in Qatar. A scatenare il tutto, un post pubblicato sui social da parte di MotoGP.com dove venivano mostrati alcuni scatti della caduta del nuovo collaudatore Yamaha Crutchlow. Da qui, è partito tutto: due fazioni avverse, da una parte i difensori di Cal, e dall'altra Jorge Lorenzo che invece si è scagliato contro tutti.

Il post della discordia


“Crutchlow - si leggeva nel post di ieri sera di MotoGP.com - non è stato l'unico pilota ad essere sorpreso dalla curva 2 oggi. Diversi piloti si sono ritrovati nella ghiaia mentre il sole tramontava e la temperatura stava abbassando. Per fortuna nessuna conseguenza”. Da qui, l'ex collaudatore Yamaha Jorge Lorenzo ha visto bene di “pungere” il britannico sul fatto scrivendo: “L'avevo detto io!”. Ed ecco che a favore di Crutchlow sono arrivati prima l'amico Jack Miller e poi anche Aleix Espargarò. L'australiano del Team Ducati Factory ha additato Lorenzo come un “bambino che deve crescere”, ma è stato il pilota Aprilia Espargarò a buttare il “carico da 10”.

“Meglio umani che campioni!”


Aleix ha infatti ripreso il post con il commento del maiorchino esprimendo il suo personale parere: “Preferisco essere una persona umana che un campione” - riferendosi a Jorge che spesso in passato ha usato la parola campione per definire se stesso. Ovviamente non è tardato il commento di Lorenzo: “Meglio essere entrambi vero? - ha scritto - Ti assicuro che è una sensazione meravigliosa e spero che un giorno potrai provarla anche tu!”.

Ma non è finita qui, il batti e ribatti tra vecchi e nuovi “compagni di classe” è andato avanti per tutta la notte con Jorge che ha deciso di non sorvolare su quanto scritto da Miller in merito al fatto di essere un bambino che doveva ancora crescere: “Che ne pensi di spegnere il telefono, smettere di fare stoppie e iniziare a vincere qualche gara? Hai già 26 anni, concentrati sulle cose importanti e non sprecare il tuo talento”. ...E sono soltanto i primi giorni di scuola!

MotoGP, test Qatar Day2: un super Quartararo chiude al comando