E' stata una giornata lunga e ricca di tante novità portate in pista quella che ha visto come protagonisti i piloti della classe regina nella prima delle tre giornate di test. Lo scenario è stato ancora una volta il Qatar e, il pilota che più a girato veloce è stato Jack Miller siglando il giro record in 1:53.183.

Volano scintille in Qatar


Quando l'azione in pista stava per concludersi, due piloti in particolare si sono scatenati in un time attack all'ultima staccata: stiamo parlando di Jack Miller e Fabio Quartararo. Il primo giro veloce andato a segno è stato proprio quello del francese in 1:53.263, ma il pilota Ducati non ha fatto sconti ed è andato ad abbassare quello che già era il record della pista in 1:53.183. Il record della pista apparteneva a Marc Marquez (1:53.380) e a questo punto possiamo dire sia diventato solo un lontano ricordo. A quanto pare Miller è partito con il lavoro al box Ducati Factory davvero in modo scoppiettante e oggi, tra i vari test che ha effettuato sulla Desmosedici, ha provato anche una nuova carena: vista la velocità in pista, sembrerebbe che funzioni benissimo. Insieme a Miller, si sono guadagnati un posto nella Top ten anche Johann Zarco che ha chiuso quarto a +0,716, ma anche Francesco Bagnaia, nono con un gap di 1,053 dal compagno di squadra Miller.

MotoGP: Jack Miller si candida a prima guida Ducati

Yamaha continua a dare soddisfazioni


Anche in Casa Yamaha, però, il lavoro continua ad andare avanti con grande costanza, ne è un esempio Quartararo, ma anche i suoi colleghi in blu: se El Diablo è riuscito a chiudere con il secondo tempo a 80 decimi da Miller, in terza posizione si è piazzato il compagno di squadra Maverick Vinales a +0,327 dalla vetta. Al box Yamaha, oggi, è stato testato un nuovo telaio che ha lasciato i piloti soddisfatti, anche se a fine giornata né Franco Morbidelli né Valentino Rossi sono apparsi nella top ten. Probabilmente è mancato il time attack, e Franco ha chiuso undicesimo (+1,184) mentre Valentino tredicesimo a +1,435.

MotoGP, Rossi: “Ci sono poche donne nel Motomondiale”

Un posto in Top ten


Dopo la prima giornata di test, ma con già altre due alle spalle che si sono svolte nello scorso weekend, arrivano delle conferme anche da parte dei due fratelli Espargarò impegnati ovviamente in squadre diverse: per Pol, che si trova ad approcciarsi per le prime volte con la Honda, oggi è arrivato il quinto miglior tempo a +0,716, mentre il fratello Aleix, con Aprilia, ha chiuso sesto a +0,788 dimostrando ancora una volta il grande step fatto dalla Casa di Noale durante l'inverno.

Infine, in Top ten non potevano mancare i due piloti Suzuki, uno davanti all'altro in classifica: il campione del mondo in carica Joan Mir è settimo davanti ad Alex Rins. Per loro, il gap con Miller è di circa 9 decimi. A chiudere, in decima posizione, il pilota LCR Honda Takaaki Nakagami.