Il terzo giorno di test sul tracciato di Losail è stato estremamente positivo per Fabio Quartararo, che ha portato la Yamaha M1 al secondo posto ad appena otto millesimi dal leader di giornata Jack Miller, confermandosi competitivo anche sul passo gara con gomme usate.

La giornata del francese non è iniziata nel migliore dei modi, ma è migliorata nelle ultime ore: “La prima parte della giornata non è stata molto utile, perchè ho percorso pochi giri trascorrendo molto tempo fermo ai box, ma abbiamo cambiato qualcosina sulla moto e nel mio stile di guida, migliorando progressivamente ed arrivando a siglare uno dei giri migliori che abbia mai fatto, che però non è bastato per chiudere in prima posizione”.

MotoGP, Mir: “Il motore 2022? Non sono riuscito a superare le Ducati”

"Miller sarà un rivale tosto"


A proposito di Miller, Fabio è sicuro che l'australiano possa essere uno degli avversari principali: “Pur essendo andato sotto al record della pista, Jack è riuscito a sopravanzarmi. Non so come abbia fatto, ma la Ducati va fortissimo e lui è riuscito a sfruttarla al meglio in una delle piste a loro più congeniali. Sarà un rivale tosto quest'anno, specialmente nelle gare che si svolgeranno qua in Qatar”.

Penso che quest'anno possa essere davvero incerto e con tanti piloti ed altrettante Case in lotta per la vittoria – prosegue il 21enne - ma ad essere sinceri al momento non ho ancora pensato a questo aspetto. Preferisco concentrarmi su di me e sulla mia moto in questi giorni, ma una volta conclusi i test analizzerò anche gli altri”.

MotoGP, Zarco: “Il feeling continua a migliorare. Posso aiutare Ducati”

"Mi sento bene sulla moto"


Parlando della Yamaha, Quartararo è convinto di aver intrapreso la strada giusta: “Il nuovo telaio e le varie modifiche effettuate stanno funzionando molto bene. Mi sento bene sulla moto, come dimostra il tempo sul giro, e anche il passo gara non è male, anche se nei prossimi due giorni cercheremo di migliorare ancora e limare quei due decimi che ci permetterebbero di lottare tranquillamente per la vittoria”.