Jorge Lorenzo veste sempre più i panni dell'opinionista, riuscendo a sfruttare al massimo il suo grande seguito social.

Dopo l'accesso scambio di battute con Jack Miller e Aleix Espargaro, il maiorchino è tornato a parlare dei test in corso di svolgimento in Qatar. Stavolta Jorge ha provato ad analizzare i valori in campo, partendo proprio dall'australiano della Ducati.

Test MotoGP, Miller: "Il T3 è il tallone d'Achille della Ducati"

L'ottimo ritmo di Miller e il passo di Quartararo


Quello del Qatar è sempre stato un tracciato amichevole per Ducati e Miller ne ha approfittato mettendo in mostra un ottimo ritmo e risultando esplosivo sul giro secco", è il parere di Lorenzo sulle prestazioni mostrate dal numero 43.

Parole positive anche per Fabio Quartararo: "Al momento è il più forte del marchio ed uno dei favoriti per la prima gara. Sembra essere più a suo agio con la M1 2021 rispetto a quella 2020 - ha continuato Jorge - e questa volta si è concentrato molto sul passo gara piuttosto che sul singolo giro“.

Quartararo: “Sono veloce, ma si può migliorare”

Vinales e Rossi


Anche Vinales pare in buona forma ma Lorenzo non si fida completamente del rendimento dello spagnolo.

"Abbiamo visto molte volte come, dopo alcuni test promettenti, Maverick non abbia raggiunto il risultato atteso in gara", è il parere del cinque volte campione del mondo. "Quindi speriamo che questa volta possa fare una buona partenza e imporre il suo ritmo con serenità“.

Jorge prevede miglioramenti in arrivo per Valentino Rossi: “Probabilmente non è il test ideale per Valentino, ma Rossi è un pilota veloce e avrà ancora altri giorni di test prima che tutto inizi.

Rossi sorride: “Mai stato così veloce in Qatar”

"Mir rimane il favorito"


Le Ducati sono in palla, le Yamaha anche, ma secondo Lorenzo il favorito per il titolo rimane Joan Mir. “E’ il campione in carica e perciò il favorito per il Mondiale, ma non significa che sarà il favorito in Qatar. Forse a causa del lungo rettilineo e delle caratteristiche, questa pista non è la migliore per Suzuki e nemmeno per Mir. Ma mi aspetto che lotti per il podio“. Promosso anche Alex Rins: “Ritmo e velocità sono simili al compagno di squadra. Una grande rivalità li attende per decidere chi vincerà“.

Bene Pol Espargaro, male le KTM


Jorge Lorenzo esalta Pol Espargaro, al debutto sulla Honda Repsol. “Senza dubbio è la più grande sorpresa di questi test. E’ sempre stato molto talentuoso e un pilota aggressivo, ma non mi aspettavo che la prima volta che fosse entrato in contatto con la moto sarebbe stato il migliore della Honda“.

Deludenti le KTM: Mi aspettavo molto da KTM ma forse il Qatar non è il tracciato ideale. In ogni caso Miguel Oliveira è il pilota più forte del marchio austriaco, lo ha dimostrato alla fine dello scorso anno“.

Sul rookie Jorge Martin: “Il primo contatto con una MotoGP non è mai facile per nessuno, specie con una moto potente e aggressiva come la Ducati“.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da JORGE LORENZO (@jorgelorenzo99)

Il Qatar offre la vaccinazione al paddock della MotoGP