Non sta evolvendo nel migliore dei modi la situazione riguardante l'ultima giornata di test in Qatar, per i piloti della MotoGP. Dopo la giornata di ieri in cui Maverick Vinales in sella alla Yamaha è stato il più veloce, oggi i piloti sarebbero dovuti tornare in pista per l'ultimo dei sei giorni a disposizione per i test pre stagionali, in attesa dell'inizio del Campionato del Mondo previsto per il 28 marzo, sempre in Qatar.

Una tempesta di sabbia ha scombinato i piani


E invece, dalle ore 12 di oggi, orario (italiano) utile ai piloti per iniziare a girare in pista, Losail è stata presa d'assalto da un vento fortissimo che ha scatenato una vera e propria tempesta di sabbia sul tracciato. Alcuni piloti sono stati temerari e hanno provato a girare, come il collaudatore Sylvain Guintoli, senza però riuscire a portare a termine un giro utile.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Sylvain Guintoli (@sylvainguintoli)

2 minuti per Petrucci


L'unico, dopo due ore e mezzo dall'inizio dei test, che c'è riuscito andando contro il fortissimo vento qatariota, è stato il pilota KTM Danilo Petrucci fermando il crono a 2:01.308. Tempo che ovviamente riflette le difficoltà di girare in pista.

Del resto, quel che conta per il pilota italiano non è tanto il tempo, quanto macinare più giri possibile in sella alla sua KTM ,con il quale ha iniziato a prendere da poco confidenza, in modo da avere maggiori probabilità di ottenere un buon risultato in vista della prima gara della stagione.

Con i piloti fermi ai box, in attesa di nuovi sviluppi, dal Qatar arrivano comunque nuove notizie: tra tutte la possibilità di vaccinare tutto il Circus della MotoGP.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da MotoGP (@motogp)

Test MotoGP: come funziona l'holeshot? Ecco quello dell'Aprilia RS-GP