Anche per Fabio Quartararo, come per il compagno di squadra Maverick Vinales, l'ultima giornata di test in Qatar si è conclusa prima del previsto a causa di una tempesta di sabbia che ha colpito Losail.

In ogni caso, in questi giorni a disposizione, il francese ha dimostrato di essere velocissimo in sella all'M1 del Team ufficiale. Il francese ha detto che essere un pilota Factory “è una responsabilità enorme”.

Che pressione al box!


“Sento la pressione - ha detto il francese a proposito del suo debutto in sella alla M1 del team ufficiale Yamahaperchè con Maverick dobbiamo sviluppare la moto, ma lui è di certo più abituato di me. Per me è strano, ogni volta che mi fermo al box ho tanti ingegneri intorno a me che ascoltano quello che ho da dire. E' molto importante che sia preciso e che dica cose giuste”.

El Diablo, nell'intervista con i giornalisti fatta subito dopo i test, ha detto che questa sera tornerà a casa e a proposito del vaccino che potrebbe essere previsto per tutto il Circus della MotoGP è rimasto sul vago.

Niente simulazione gara per Quartararo


A parte questo, il pilota Yamaha è molto soddisfatto del lavoro svolto al box in blu durante questi test: “Sono stati tutti giorni buoni - ha proseguito - a parte oggi in cui non abbiamo potuto girare, è stato un vero peccato. Avrei voluto provare una simulazione gara ma non c'è stato modo. La cosa più importante, però, è che so già con quale moto partirò nelle prove libere del primo weekend di gara”.

E sulla velocità di punta dei suoi avversari ducatisti ha aggiunto: “Su questa pista che ha lunghi rettilinei non sarà facile, ma poi troveremo piste come Jerez e Le Mans e mostreremo i nostri punti di forza. Non dobbiamo perdere la concentrazione”.

Una scommessa vincente?


Ma Quartararo sarebbe pronto a scommettere su sé stesso nella prima gara di questa stagione? “Scommettete ciò che volete - ha scherzato - tanto i soldi non sono miei! In ogni caso vi consiglio di aspettare dopo la pole position. So di avere un buon passo, ma la gara è un'altra cosa rispetto ai test. Non siamo ancora al 100%, possiamo migliorare ulteriormente, ma credo che siamo partiti con il piede giusto”.

Test Qatar MotoGP, Lorenzo fa l'opinionista: “Mir resta il favorito”