Il 2020 è stato l’anno della consacrazione di Franco Morbidelli in MotoGP e qualche mese dopo eccolo iniziare una nuova stagione della top class (ecco qui gli orari TV del primo GP), questa volta con il suo nome tra i possibili pretendenti al titolo. L’italo-brasiliano ha svolto degli ottimi test ufficiali e avrà da subito gli occhi puntati addosso.

Cosa aspettarsi


Il 2021 si prospetta una stagione più simile a quella tradizionale, dopo che l’anno scorso il calendario è stato condizionato dalla pandemia del Coronavirus, e il “Morbido” ha ammesso: “Non so quanto la stagione sarà più normale, lo spero con tutto il cuore. Però c’è molto entusiasmo, è stato uno stop invernale abbastanza lungo. Ho voglia di tornare a guidare per tanti motivi, mi sento bene sulla moto, c’è tanta energia”.

Essere tra i favoriti non lo spaventa, anzi: “È una bella pressione. Era più difficile l’anno scorso con una pressione diversa e più pesante. L’ho sofferta di più, uscendo da una situazione non facile”. Ora tutto è cambiato: “La pressione di oggi è bella, dovuta a dei bei risultati, sono più contento”.

MotoGP: Rossi e Morbidelli all'attacco del Qatar

Il suo braccio destro


Al suo fianco avrà sempre il capotecnico Ramon Forcada, una persona di riferimento per lui: “Mi dà la cosa più importante: una competenza tecnica incredibile, quello che più mi serve”. Ma non solo: “Avere a che fare con una persona come lui implica molte cose che mi piacciono, come avere a che fare con persone più mature ed esperte di me. Cercherò di imparare il più possibile da lui per tutto il tempo che passeremo insieme e spero che sia tanto”.

MotoGP: chi vincerà il GP del Qatar? VOTA IL SONDAGGIO