MotoGP Qatar: ecco cosa pensa Aleix Espargaro del test di Dovizioso

MotoGP Qatar: ecco cosa pensa Aleix Espargaro del test di Dovizioso© Milagro

Il portacolori Aprilia sottolinea: "La nostra RS-GP è una evoluzione del modello 2020, gli ingegneri hanno seguito le mie richieste. Siamo andati bene nei test, ma le gare sono una cosa diversa"

Sorpresa nelle sessioni di test prestagionali, Aleix Espargarò si presenta nella MotoGP 2021 con le premesse giuste, di colui che sa quanto e come la sua Aprilia sia migliorata. Lo spagnolo spiega che la strada intrapresa dagli ingegneri di Noale sia quella giusta: "Siamo andati bene - ammette - ma io spero che la RS-GP riesca ad essere ancora più performante di quanto non lo fosse nei test. Un conto sono i test, un altro le gare in cui si assegnano punti. Dopo questi due primi Gran Premi del Qatar, poi cambieremo circuito. Dovremo compiere diversi aggiustamenti, adattando la moto alla nuova pista".

Che stagione stai per affrontare?

"Considerando i test, la stagione 2021 sembra promettere bene, ma dobbiamo tenere d'occhio i rivali: sicuramente miglioreranno, non sarà facile affrontarli. Dal punto di vista della motivazione ci sono, mi sento pronto. Ho la possibilità di lottare coi migliori, e saperlo mi carica di energia positiva. Non vedo l'ora di cominciare con le prove libere di domani".

Chi pensi sia il candidato al titolo?

"Il 2020 è stato difficile. Sentendo gli addetti ai lavori, abbiamo disputato un campionato corto, nel quale era complicato mantenere velocità e consistenza. Mir ce l'ha fatta, perciò, secondo me resta il favorito pure nella lotta al titolo di quest'anno. Lui è l'uomo da battere".

Andrea Dovizioso, carta in più per Aprilia


Aleix accoglie il forlivese nel modo giusto: "Mi fa piacere avere feedback da un pilota come Dovizioso. Nell'ultimo anno abbiamo compiuti passi avanti, avvicinandoci sempre di più alle posizioni delle moto al top di categoria. L'Aprilia è migliorata e, parlando di Andrea, dico quanto sia un buon pilota e sensibile nel lavoro con la Ducati. Lui ci fornirà interessanti informazioni, riguardanti la nostra RS-GP. Non vedo l'ora che il Dovi possa provare la nostra moto a Jerez, per poi sentire che ne pensa, se gli piace e quali sono - secondo lui - i punti di forza e quelli da migliorare".

La RS-GP 2021 è una rivoluzione o una evoluzione del modello precedente?

"Non penso che si possa parlare di rivoluzione. L'anno scorso avevamo già cambiato molte parti. Durante la stagione 2020, abbiamo risolto alcuni problemi di motore, però adesso cominciamo con piccoli aggiustamenti. La RS-GP è la stessa, solo che è più facile da guidare e maggiormente competitiva. Gli ingegneri hanno modificato quanto io abbia richiesto, perciò, la moto è una evoluzione della 2020".

Rabbia Marquez


Marc non ha ricevuto l'ok dei medici, sicché, salterà la doppia trasferta qatariota. Espargarò evindenzia quanto manchi il numero 93 all'ambiente MotoGP: "Tutti, nel paddock, sanno quanto sia arrabbiato Marc, del fatto di non poter correre qui in Qatar. Non era pronto, ma speriamo che possa riprendersi presto, ritornando a girare con noi. Questa MotoGP è il miglior campionato del Mondo, quindi, c'è bisogno del miglior campione del Mondo, anche per noi".

Pecco Bagnaia: "Rossi il maestro supremo, io il Prof di matematica"

 

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi