La Honda meglio messa nella prima giornata di prove libere della MotoGP è guidata da Pol Espargarò, al debutto con la RC213V ufficiale. Non è un risultato per cui valga la pena strapparsi i capelli, tuttavia, lo spagnolo sa trarne buone soddisfazioni: "Sono felice - rivela -  perché, giorni di test inclusi, ho siglato il mio giro più veloce qui in Qatar. Mi trovo davvero vicino ai migliori e mi sto ulteriormente perfezionando. Ho guidato vicino al limite, trovandolo con una scivolata: come ho già detto, per essere veloce, ho bisogno di cadere. Questo errore è avvenuto durante le prove libere, perciò, va bene. Se arrivasse nei turni di qualifica o in gara, sarebbe sicuramente peggio".

Come valuti la tua prestazione?

"Siamo in una buona posizione, ma Ducati e Yamama sono più veloci. Sarà difficile progredire, però so che possiamo entrare direttamente nella Q2. Abbiamo buone possibilità di risultato, la nostra mentalità è fare il meglio possibile. Io sono al primo giorno di MotoGP con la Honda, mi sento felice di quanto fatto, Nei prossimi turino proverò il passo gara. Lo farò nella mattinata, girando con gomme usate. Proveremo a prepararci per il Gran Premio, verificando le varie condizioni".

GP del Qatar: tutte le notizie, le interviste e gli aggiornamenti

La caduta? Meglio riderci sopra


Dopo essere scivolato, Pol ha raggiunto il garage Repsol. Toltosi il casco, il numero 44 esibiva un sorriso a 32 denti: "Stavo sorridendo, perché si può cadere in vari modi. SI può scivolare perchè si è entrati in curva troppo veloci, oppure, per una bassa velocità di percorrenza. Nel mio caso, ho trovato il limite, perciò, direi che la scivolata sia stata utile. Ora so quanto si possa spingere sull'anteriore. Dopodiché, infatti, i miei tempi migliori sono arrivati. La caduta è stata stupida, avvenuta con una gomma media in condizioni particolari. Però, so come reagiranno gli pneumatici ed è una cosa che mi servirà per il futuro".

Cosa puoi fare per guadagnare posizioni?

"Ho bisogno di migliorare il mio stile di guida sulla moto. Devo mantenere il controllo giro dopo giro. Mi sento un debuttante su questa moto, lo dimostra la caduta. Comunque, sono contento. Affrontavo il primo giorno con HRC e mezzo secondo dalla vetta non è un grosso gap".

Sam Lowes è già la lepre della Moto2