Francesco Bagnaia ha iniziato alla grande la sua avventura da pilota ufficiale Ducati: è sua la prima pole position dell’anno, ottenuta nella notte del Qatar. Il tempo monstre di 1:52.772 ha permesso al piemontese di precedere le Yamaha ufficiali di Fabio Quartaro e Maverick Vinales, conquistando la prima pole della stagione MotoGP 2021.

Guarda il GP del Qatar live su DAZN

L'entusiasmo di Pecco


“È un bel modo per iniziare la nuova avventura come pilota ufficiale”, ha spiegato Pecco in conferenza stampa. “Possiamo essere felici per il risultato ottenuto. Abbiamo fatto un gran giro, lo sapevo che potevamo ottenere un 52.7". 

La gara, però, è ancora tutta da scrivere. “La gara è domani, possiamo lottare per le posizioni che contano. Le Yamaha vanno forte nel secondo e terzo settore, noi dobbiamo recuperare nel quarto. Sarà una grande battaglia, possiamo fare una grande gara”.

Grande lavoro in inverno


Il risultato di oggi è frutto del grande lavoro svolto nella pre-season: "Quando è caldo e non fa troppo freddo riesco a essere molto veloce. Ho cercato di lavorare molto sui miei punti deboli durante l'inverno, adesso bisognerà vedere sulle piste con u  clima più freddo come Barcellona se riuscirò a essere più competitivo"

La grande incognita sarà il forte vento che sta tempestando la pista di Losail, una condizione che fa soffrire la Desmosedici. Qualcuno vocifera di un possibile rinvio della gara a lunedì. “Se guardiamo al meteo e alla velocità del vento, è la stessa situazione che abbiamo affrontato durante i test e girare era impossibile", spiega il poleman di Losail. "È difficile guidare così, la nostra moto soffre molto il vento, aspettiamo le condizioni di domani. Sicuramente la Race Direction prenderà la giusta decisione”.

Una gara che si preannuncia molto combattuta. “Se guardiamo alle passo dI Yamaha, Suzuki e Ducati, possiamo dire che siamo in molti a poter lottare per la vittoria. Sarà difficile essere costante e non usurare troppo presto le gomme, dovremo gestire. Se provassi a scappare nei primi giri, rischierei di finire indietro a causa del degrado delle gomme”.

Il traino offerto a Rossi


L'ultima battuta riguarda Valentino Rossi, quarto in griglia grazie alla scia offerta dal pilota di Chivasso.

"Ci siamo incrociati in pista in entrambi i miei run: sono sempre disposto ad aiutare Vale, visto che mi ha aiutato ai tempi della Moto3. Se dovesse servire, lo rifarò ancora".

Qualifiche MotoGP Qatar: Rossi trova pericolosa la velocità di Zarco