Il miglior debuttante nella prima gara di MotoGP 2021 (ecco qui il calendario completo), sulla pista di Losail, è stato Enea Bastianini, che ha fatto meglio anche di Jorge Martin, nel gruppo dei primi nelle fasi iniziali della corsa. Il romagnolo, invece, è stato penalizzato dalla sua partenza, ma è poi riuscito a risalire il gruppo fino a chiudere in una positiva decima posizione.

Grande entusiasmo


Sono veramente contento ha ammesso una volta tornato al box. “Sono partito male, non sono riuscito a inserire l’holeshot quindi ero indietro, ma sono rimasto tranquillo perché la prima gara era importante finirla”. Ad un certo punto però si è sentito bene alla guida della Ducati: “Quando ho visto che avevo un buon passo, ero a mio agio e mi sono lasciato andare. Alla fine sono riuscito a fare molti sorpassi fino ad arrivare alla decima posizione”.

In realtà avrebbe potuto fare ancora meglio, ma è stato realista: “Gli ultimi sei giri vedevo che c’era la possibilità di raggiungere il settimo, ma alla curva 6 ho fatto un errore perché ero abbastanza stanco. Quindi mi sono voluto accontentare della decima posizione. Non era il caso di esagerare. Alla prima gara volevo vedere la bandiera a scacchi”. L’unica cosa da migliorare ora è la partenza: “Se fossi partito meglio, avrei finito più avanti. Va bene così”.

Tra 7 giorni affronterà la stessa gara, sulla stessa pista: “Ora ho accumulato più esperienza. Proverò a partire meglio e anche più avanti. Poi vediamo dove possiamo arrivare”. Bisognerà lavorare sulle qualifiche, dove già sabato scorso si era dimostrato competitivo: “Dovrò fare un time attack migliore per semplificare le cose in gara”.

MotoGP Qatar, Rins e l'errore in partenza: "Niente launch control"