L'esordio di Enea Bastianini in MotoGP è stato assolutamente positivo, con il 23enne che nel Gran Premio del Qatar ha sfiorato la Q2 il sabato e ha centrato una grande top ten la domenica in gara, in sella alla Ducati Desmosedici del team Esponsorama.

Per questo secondo appuntamento sul medesimo tracciato, il campione del mondo in carica della Moto2 ha le idee chiare: "Il primo weekend, tutto sommato, è stato positivo per me. Abbiamo capito quali sono i nostri punti deboli e su che cosa dobbiamo concentrarci per migliorare già da questo fine settimana, in cui uno degli aspetti fondamentali sarà la qualifica, visto che abbiamo mancato la Q2 per pochi millesimi. Anche in gara non sono partito benissimo ma, a freddo, direi di non potermi assolutamente lamentare".

MotoGP, orari TV GP Doha: dove vedere in diretta la seconda gara in Qatar

"Essere insieme ai big è stato emozionante"


Enea spera anche in qualche aggiornamento alla moto per le prossime gare: "La mia moto ora è un mix tra il modello 2019 e quello del 2020, ma penso che possa arrivare qualche upgrade nel corso della stagione. In ogni caso, cercherò di sfruttare al meglio ciò che Ducati mi mette a disposizione".

"Ciò che mi emozionato di più in questo primo weekend da pilota della MotoGP, comunque, è stato poter condividere la pista con tutti i big della specialità. Girare con loro è strano, anche se molti li ho ritrovati dopo aver corso con loro gli scorsi anni nelle classi minori", ha concluso il talento riminese.

MotoGP, Bagnaia: “Italiani bravi a criticare i piloti italiani”