Dopo il round di domenica scorsa, la MotoGP è pronta a tornare in pista già questa settimana, per il Gran Premio di Doha in calendario dal 2 al 4 aprile. Appuntamento al quale Aprilia arriva con il morale molto alto, grazie al settimo posto ottenuto da Aleix Espargaro nel GP inaugurale della stagione.

MotoGP, orari TV GP Doha: dove vedere in diretta la seconda gara in Qatar

Aleix e i decimi da limare


"Il primo weekend ci ha dato le risposte che cercavamo. Abbiamo dimostrato, anche a chi era scettico, di avere fatto un passo in avanti in gara così come in prova", ha dichiarato Aleix alla vigilia del weekend di Losail.

"Possiamo ancora crescere e il doppio appuntamento qui a Doha ci darà modo di continuare a migliorare la RS-GP. Obiettivi? Trovare qualche decimo in qualifica e aumentare il passo gara. Avvicinandoci ancora ai migliori significherebbe lottare per un risultato importante".

Avvicinarsi al gruppetto formato da Yamaha, Ducati e Suzuki non sarà così semplice e lo spagnolo ne è consapevole. "Non sarà facile, tutti avranno modo di migliorare risolvendo anche qualche problema incontrato nel primo GP,  quindi mi aspetto una competizione ancora più alta".

Savadori: "Raccolti dati importanti" 


Situazione diversa per il compagno di box Lorenzo Savadori, alle prese con il suo apprendistato in sella alla RS-GP, compito reso più difficile dai postumi dell'infortunio patito alla spalla.

"Anche se la prima gara non è andata come speravamo, per noi era importante raccogliere informazioni sul comportamento della nuova moto", ha raccontato il cesenate.

"Utilizzeremo quanto imparato lo scorso weekend per impostare il lavoro, sappiamo quali siano i nostri punti deboli ed è lì che dovremo concentrarci".

Questi pochi giorni di pausa tra un GP e l'altro sono serviti a recuperare, per quanto possibile, la forma fisica mancante. "Durante la pausa ho cercato di recuperare quanto più possibile, la spalla pur migliorata rappresenta ancora un limite. Se durante le prove la situazione è gestibile, durante la gara lo sforzo si fa sentire", ha concluso Savadori.

MotoGP, Doha: Ducati e Suzuki, è attacco a due punte su Vinales