Maverick Vinales ha concluso la seconda sessione di libere del GP di Doha con un 9° tempo ottenuto proprio sul finire del turno: un risultato che non spiega appieno il potenziale del pilota spagnolo, apparso veloce e costante nei long run come una settimana fa, quando aveva conquistato la vittoria nella prima gara della stagione.

"Le condizioni della pista erano molto buone, ma non ho avuto il giusto feeling durante il time attack", racconta Vinales. "Quando ho messo la soft non potevo spingere di più, la moto scivolava molto".

VOTA IL SONDAGGIO: chi vincerà il GP di Doha?

Sicurezza 


Lo spagnolo è sicuro dei suoi mezzi, a differenza della scorse stagioni, quando bastava la minima difficoltà per abbatterlo.

"L'attacco al tempo non è andato come ci aspettavamo, possiamo essere molto più veloci", dichiara apertamente Maverick. "Comunque comunque il passo gara c'era, mi sentivo abbastanza bene anche quando ho montato la gomma media, anche se qui non è la gomma migliore per noi".

GP Doha: le gare di domenica saranno a porte chiuse

Fiducia


Alla luce di quanto riscontrato oggi, Vinales è certo che lui e la squadra riusciranno a trovare in qualifica cio che è mancato nelle prime due sessioni di libere.

"Sono abbastanza calmo, so che possiamo fare bene. Sulla moto mi sono sentito benissimo nella FP1 e anche per la maggior parte della FP2. Domani possiamo ottenere qualcosa di veramente positivo".

"Ho capito tante cose l'anno scorso, quando hai più fiducia in te stesso e nel team riesci a rimanere più tranquillo", conclude il pilota factory Yamaha.

MotoGP Doha, Rossi dopo le Libere: “Sono lento e preoccupato”